In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Uno sguardo allo stile di Tim Cook



Martedì scorso durante l’evento “Let’s talk iPhone” è stata la prima volta in cui il nuovo CEO di Apple, Tim Cook, ha avuto l’opportunità di condurre la presentazione dei principali prodotti di casa Apple. Nick Wingfield del Ney York Times, ha commentato il diverso stile di presentazione di Cook nel blog Bits. Vediamo alcune dele sue note.

In passato, naturalmente, gli annunci dei nuovi prodotti Apple erano “Stevenotes”, ovvero condotti, scritti e presentati dal CEO Steve Jobs, il quale allietava il pubblico con la classe e l’eloquenza che lo contraddistinguevano. Nick Wingfield ha recentemente commentato il diverso stile di presentazione di Cook.

Wingfield ha osservato innanzitutto, che Cook ha lasciato le dimostrazioni dei nuovi prodotti in mano ai suoi colleghi, in particolare Eddy Cue, Scott Forstall, e Phil Schiller. Queste le parole tratte da alcune delle note del blog:
Credo che una delle cose che Tim ha fatto è stato, in sostanza, creare una netta divisione tra il suo modo di presentare e quello di Steve. In sostanza ha cercato di far capire “io non sono Steve, non vi aspettiate che io sia come lui”.
Come giustamente Wingfield fa notare, il numero di unità di iPhone 4S  vendute fino a questo momento in prevendita, sembra dimostrare che non fa molta differenza chi sta raccontando la favola di Apple. Ma il venture capitalist Guy Kawasaki è parso criticare lo stile di Cook nel blog domenicale. Nel suo post intitolato “Quello che ho imparato da Steve Jobs“, Kawasaki ha detto di Tim “Reale CEOs demo”, ironizzando sul fatto che non è stato lui stesso a presentare i nuovi prodotti usciti da Cupertino.

L’obiezione di Kawasaki mossa a Tim è quella di aver lasciato al proprio team la presentazione e la dimostrazione dei propri prodotti. Non è forse lecito credere che l’abbia fatto per dimostrare che esiste un vero lavoro di squadra alla Apple? Secondo Kawasaki, Cook, avrebbe lasciato la dimostrazione ai propri ragazzi perchè in realtà non ha capito fino in fondo ciò che la sua azienda sta creando. Non lo trovate patetico questo pensiero?

Quali sono le vostre opinioni riguardanti lo stile di presentazione di Cook ed i commenti fatti da Guy Kawasaki? Diteci come la pensate.

Via | Tuaw
1,389 Visite


21 Commenti

  1. Sto Tim Cook mi sta sul c**** era molto meglio Steve.

  2. di sicuro non sarà mai come Steve, è inclonabile a parer mio!! tim cook per quello che so seguiva Steve da diverso tempo, perciò non è una persona scelta a caso e soprattutto da un giorno all’ altro.
    Prima o poi ci sarebbe stato un successore di Steve…tutti speravamo il più tardi possibile!
    Cambierà qualcosa nelle presentazioni ma di sicuro apple continuerà a crescere 😉

  3. Giustamente meglio una critica per uno stile di presentazione strano piuttosto che una critica per uno stile di presentazione copiato!
    Tim Cook ha ereditato un peso non di poco conto e tutto quello che fa appare strano rispetto al modus operandi di Steve,solo il tempo fara’ ricredere molte persone portando gli usi di Tim a diventare la normalita’ come lo fu per il suo predecessore!
    R.i.P. Steve.

  4. Steve aveva un modo di presentare tutto suo, quel pizzico di ironia accompagnato con un pizzico di humor e condito con molta innovazione. Ho visto altri keynote di altre ditte e nessuna era bella come quella di steve. Sapeva come intrattenere la gente. Avendo visto il migliore ad oggi, credo sia normale ora vedere un senso di piattezza nelle prossime presentazioni, come succede per le altre aziende. Scott e phil sinceramente invece mi piacciono come presentano. Anche negli sport, quando un campione si ritira si cerca il suo erede… ma per anni, rimane solo il vuoto e timidi tentativi di accostamento di persone.

  5. Soporifero!Poco entusiasmo per il prodotto lanciato…piccoli vuoti di memoria.
    Un bel N.C.
    Dan

  6. Difficile per chiunque dei suoi discepoli prendere le redini di Steve, ogni confronto è semplicemente ingiustificato.

  7. HO NOTATO UN’ARIA MOLTO DIVERSA NELLA PRESENTAZIONE: SOTTO TONO. SECONDO ME GIA’ SAPEVANO CHE STEVE JOBS SAREBBE VENUTO A MANCARE A BREVE. QUESTO HA CONDIZIONATO IL KEYNOTE.

  8. Purtroppo fare i paragoni è istintivo,ma credo che tutti sappiamo bene che è inutile fare il paragone con Jobs.
    Per me le dichiarazioni di Kawasaki lasciano il tempo che trovano.

  9. Nelle ultime presentazioni anche Steve Jobs ha cominciato a dare più spazio ad altri membri del team. La tendenza era dovuta al fatto che sapevano che presto avrebbe abbandonato la scena e si è voluto dissociare l’idea di Apple al solo Jobs.
    Adesso si continua su questa direzione. Per far vedere che dietro Apple non c’è un solo uomo ma un gruppo di persone ben affiatate.

  10. Secondo me sto Guy Kawasaki (per gli amici Gay Kawasaki) sta a rosicà!

  11. Questo keynote, secondo me, non è da considerare. Steve è morto meno di 24 ore dopo quel keynote quindi i vertici aziendali erano pienamente coscienti che sarebbe mancato a breve, magari non proprio il giorno dopo, ma di certo non un mese dopo, quindi una presentazione tutta entusiasmi e frizzantezze sarebbe stata perlomeno discutibile. Dobbiamo vederlo alla lunga. Jim Morrison era unico, Freddy Mercury era unico… Steve Jobs era unico. Certi personaggi non si possono sostituire, se ci si prova si rischia solo di scadere nel grottesco, in una brutta copia che non sarebbe piaciuta a nessuno.
    Meglio un totale cambio di rotta. Cmq staremo a vedere.
    ciao

  12. Bè come sempre, cercano sempre di buttare m…a addosso a tutti… Kawasaky che dice che Cook, non sa bene di quello che stanno creando nell’azienda?? Ma dai… Steve, era certamente qualificato e gli utenti lo vedevano come un capo carismatico.’ che ti avrebbe potuto vendere i freezer al polo. Ma secondo me è giusto, che per parlare della parte software, sia il responsabile software ecc.
    Quando andate all’ ospedale, preferite parlare con un chirurgo se dovete operarvi di appendicite, oppure col primario della “sala Gessi”??

  13. Ciò che non mi piace di Cook è che definisce il primo iPad come iPad originale (original iPad). Peró mi piace come presenta scott forstall

  14. Avevo visto Cook in un altro Keynote e lo avevo ritenuto noioso.
    Shiller trascina di piu’ ma non ha carattere.
    Scott secondo me è il più giovane, entusiasta e trascina meglio il pubblico.
    Dan

  15. Uno strappo al passato ma ugualmente amato dal pubblico della Mela?
    Steve Wozniak CEO
    Ci sarebbe da divertirsi

  16. Volevo ricordare a tutti che Tim Cook è stato chiamato ad Apple da Steve Jobs per riorganizzare il sistema di vendite (cioè quel reparto aziendale che tutti chiamiamo ufficio commerciale) e Tim lo ha riorganizzato INVENTANDO un sistema di vendite chiamato Apple Store che è il vero MOTORE di Apple.
    Quindi ci andrei piano a dire che questo non sa quello che fa e che non sa quello che vende. Ricordiamoci tutti che Apple è una azienda che vende dispositivi elettronici, quindi DEVE vendere.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice