In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Università di Stanford: la facoltà di medicina ha sostituito i libri di testo con degli iPad



Mentre la maggior parte dei possessori di iPad sta utilizzando il proprio tablet come uno strumento di divertimento per il tempo libero, l’Università di Medicina di Stanford ha riconosciuto il gioiellino di Apple come un validissimo strumento di educazione per i futuri medici Americani.

Invece di portarsi dietro cumuli di carta, i 91 studenti che si iscriveranno in autunno alla Facoltà di Medicina della Stanford University avranno in regalo un iPad libero da poter utilizzare principalmente come strumento di apprendimento. Grazie allo sconto studenti del 10%, l’università ha già pagato circa 40.000 $ per l’acquisto di alcuni iPad WiFi, una cifra che può sembrare importante ma che in realtà è leggermente superiore a quello che avrebbe dovuto spendere per l’acquisto di tutto il materiale cartaceo che sarebbe servito ai propri studenti.

Il Dr. Charles Prober, Senior Associate per la formazione medica della facoltà, ha spiegato all’SF Chronicle che “grazie all’uso dell’iPad gli studenti non solo avranno sempre pieno accesso a tutto il materiale didattico, che sarà solo disponibile online, ma avranno la possibilità di accedere in tempo reale ad internet ed allla rete della Facoltà in modo da poter avere un pieno supporto per ricolvere i vari problemi che incontrano. Con l’iPad avranno anche un aiuto concreto per spiegare ai pazienti le proprie condizioni metiche o il tipo di operazione alla quale vanno in contro perchè, grazie al grande schermo del tablet, avranno modo di spiegare il tutto illustrandolo con grafici, foto o addirittura video.”

Insomma, che il sistema universitario privato statunitense fosse davvero su un altro livello era indubbio, ma con l’introduzione dell’iPad in determinate facoltà sono convinto che potrebbe fare ulteriori passi da gigante.

1,362 Visite


15 Commenti

  1. Voglio questo servizio anche in ITALIA ma tutti noi sappiamo che sto dicendo una stupidata. :)

  2. Mi danno un iPad, una rete wifi e tutte le risorse online, in pratica mi stanno dicendo COPIA. xD

  3. sottolineiamo quanto costa all’anno stanford, xkè x 50000 $ l’anno questo è il minimo!

  4. @Riccardo Danzo: Si infatti penso che non si avrà mai un servizio simile in Italia stiamo parlando di un università prestigiosa

  5. ragazzi ma quella nell’immagine è un applicazione o è il servizio on-line dell’università???

  6. @Federico: applicazione, c’è anche per iPhone ma in questo momento mi sfugge il nome!

  7. @stefer86: le immagini dovrebbero essere del netter ma sullo store non c’è nulla, solo applicazoni del gray….

  8. trovato per chi fosse interessato sono acquistabili per ora solo sullo store americano e l’applicazione si chiama Clemente’s Anatomy flash card sembra davvero ben fatta poi il prezzo non è per niente eccessivo…

  9. @davidewolf: Si, sono d’accordo! L’universitá è una delle migliori. :)

  10. L’applicazione si trova anche nell’apple store italiano a 19.99€ purtroppo solo per iPhone speravo anche per iPad meglio anche se in italiano, spero al più presto che sviluppino la versione universale, ol prezzo credo che valga assolutamente .

  11. Credo che la questione abbia diverse sfaccettature da considerare.
    Intanto non ritengo che si possa studiare nel metodo classico ed efficace con solo un mezzo multimediale. E’ necessario focalizzare quanto si legge e si studia attraverso vari momenti di osservazione (lettura), riflessione, sollecitazione di diverse aree cerebrali con stimoli sensoriali diversi, quindi anche attraverso i classici libri di testo. Questi infatti presentano le varie materie con impostazione didattica normalmente utile a un rapido e corretto apprendimento. Certamente il poter visualizzare anche filmati, animazioni, laboratori virtuali consente un apprendimento più efficace e temporalmente più rapido. Quindi ben vengano strumenti idonei a tale utilità.
    Per quanto riguarda il fatto di copiare non capisco a cosa ci si riferisca. Infatti lo strumento Ipad (così come altri già presenti in commercio) è solo un mezzo per visualizzare contenuti che devono necessariamente essere pensati per un apprendimento multimediale. Non si tratta di apprendere in modo becero ma di utilizzare sistemi che consentano ancor più dei mezzi tradizionali una analisi del sapere critica e personalizzabile. Se poi ci si riferisce al “copiare” per non corrispondere un giusto compenso a tutti coloro che nella filiera di produzione si sono prodigati per creare prodotti adatti a strumenti innovativi allora siamo nel campo dell’illecito e non sarebbe neanche da commentare. Ma non credo che un precedente post sia da intendere in tal senso.
    Per quanto riguarda i costi dell’Università si deve considerare che esistono anche là le borse di studio, che l’università deve essere significativamente valida e deve dare strumenti e conoscenze tali da poter ottenere in tempi brevi soddisfazione in campo professionale. L’università non deve essere considerata un’area di parcheggio, ma un investimento per il proprio futuro. Inutile avere fiumi di laureati che non troveranno posto di lavoro; meglio essere ottimi artigiani che scarsi laureati. D’altronde il problema non è nel costo della retta quanto nelle capacità di coloro che insegnano e nella loro maggiore qualificazione. Giusto pagare ma per avere contropartite adeguate a quanto si spende o nel caso delle università a quanto si investe. Il nodo cruciale del problema è qui: l’Università è un investimento per il futuro del giovane e non è una spesa. Questo commento vale anche per i politici che continuano a effettuare tagli alla ricerca e alla cultura. Così non si andrà da nessuna parte. La Germania (per restare nella nostra vecchia Europa) ci sta dando continue lezioni di corretta programmazione di investimenti sociali, soprattutto in relazione ai risultati ottenuti con investimenti a lungo termine.
    Infine ci sono case editrici che stanno investendo in queste tecnologie e presto ci saranno servizi per gli studenti e per i professionisti. Speriamo solo che ci sia un giusto compenso per gli investimenti che vengono dedicati per dare una svolta di rinnovamento anche al sistema culturale italiano. Non siamo da meno di Paesi che riteniamo più evoluti da un punto di vista di ricerca e di conoscenze, speriamo quindi nel riconoscimento dei diritti di chi impiega tempo e risorse finanziarie per dare voce al nostro Sistema Cultura Italia.
    Buona giornata a tutti e grazie per avermi letto fin qui.

  12. Io l’iPad l’ho comprato principalmente per metterci dentro l’atlante di anatomia che pesa un casino xD

  13. @Glorfindelor: Interessante e molto utile in questo caso l’ iPad .

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice