In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Tutti a scuola con il proprio iPad



Come ben sappiamo sin dal primo momento in cui è stato presentato iPad ci siamo domandati cosa ci saremmo dovuti aspettare da un dispositivo simile, e quali sarebbero stati i possibili impieghi di questa nuova tavoletta magica. Nel corso dei mesi iPad ha trovato impiego nei più svariati campi, da quello videoludico a quello lavorativo, piuttosto che in quello casalingo. Poi ci siamo resi conto, che forse avrebbe potuto fare di più….molto di più.

Abbiamo iniziato a vedere iPad nei più svariati ambiti come ad esempio studi medici, ospedali, università, e in molte scuole, proprio come nel caso della storia che vi raccontiamo oggi. Sulle rive di Lake Minneloa nella Florida centrale, il consiglio scolastico ha deciso di adeguarsi ai tempi (forse si è anche portata un pochettino avanti), e con un congruo investimento ha dotato tutti i suoi studenti di un iPad. I bambini possono usare il proprio iPad sia a scuola che a casa, dove ci svolgeranno i compiti per il giorno dopo, solo questo ha consentito un risparmio sui libri di testo e su vario materiale didattico, oltre ad aver portato un diverso metodo di apprendimento agli alunni.

Secondo Kathy Halbig che è il supervisore del progetto, gli studenti riceveranno più fonti di ricerca per il loro percorso scolastico e anche una discreta “collaborazione sociale” che li porterà a confrontarsi maggiormente con i propri compagni rispetto a stare seduti a leggere in silenzio.

Il costo dell’investimento non è stato certamente irrilevante, circa 700.000$ spesi per comprare 1750 iPad dalla Apple, con un costo di 400$ per singolo bambino. Sicuramente un bello sconto sul prezzo del dispositivo base che negli USA è di 499$.

Tutto questo un giorno arriverà nelle nostre scuole? Fateci sapere come la pensate tramite i commenti.

Via | 9to5Mac

930 Visite


19 Commenti

  1. Io il primo giorno che l’ho portato praticamente non l’ho visto niente, l’hanno usato tutte le 6 ore i miei compagni per giocare a Fruit Ninja 😀

    • ahahah mitico fruit ninja, a scuola ha fatto bocciare 6 persone e 7 rimandati ahahah.
      E IO DETENGO IL RECORD DELLA CLASSE IN ARCADE E ZEN

  2. si gia scrivono tanto a penna i ragazzi d oggi…
    non sanno nemmeno scrivere in corsivo i nuovi ragazzini..solo tastere e pc

    • Mi sembra che tu stia generalizzando troppo, un esempio io che vado ancora a scuola metto le maiuscole, le virgole e i punti quando servono, e tu che sembri maturo no.
      (Non prenderla come una polemica, era per far capire che non tutti gli adolescenti sono a quel livello)

      • no lascia stare la questione della punteggiatura…ke io nn usero’ mai in commenti e chat… io parlavo proprio del gesto di prendere carta e penna e scrivere
        ricordo ke da piccino a volte stavo ore e ore a scrivere su fogli di carta ora vedo ad esempio i miei nipotini ke stanno ore e ore a disegnare ad esempio su paint??? ma skerziamo??? dove sono le belle matite e i coloratissimi pastelli di ieri???

      • Si a forza di scrivere con la tastiera ci si dimentica a impugnare la penna,un buon compromesso sarebbe usare la tavola grafica per non sprecare fogli o portare il peso dei libri e mantenere le buone vecchie abitudini dello scrivere

      • @wercide: sicuro di mettere la punteggiatura in modo corretto? Mah! mi pare che tu metta virgole a caso…te lo dice una prof di lettere. Poveri noi!!

      • Oddio… tra le tue virgole e i “ke” di alfredo mi pare una bella lotta…

    • E dove sono finite le belle tavolette di pietra con il martello e lo scalpello? E le tavolette di cera? E i bastoncini per scrivere per terra? Vergogna bambini, tornatevene nella preistoria! Lì si che si imparava a rispettare le tradizioni.
      Ma dici sul serio? È un male che i bimbi usino paint?! Non possono essere avanti coi tempi? Se la posta ormai è solo elettronica, un giorno magari i vari Picasso e van Gogh useranno paint per i loro capolavori. Non capisco la tua avversione per il progresso.
      E se si dovessero utilizzare solo tablet a scuola per studiare, tanto meglio. Risparmio economico ed ecologico.

  3. Sarebbe una bella idea :)

  4. Salve a tutti. ottima idea e ottima iniziativa. con i tempi che corrono penso sia una scelta più che corretta e mi piacerebbe vedere questa evoluzione anche in italia…
    volevo comunque far notare che, anche se in modo molto ristretto, qua in italia c’è già questo progetto. io sono di bergamo e il liceo scientifico Lussana da tre anni ha deciso di fare una classe sperimentale con gli ipad, utilizzati al posto dei libri di testo e di altro materiale scolastico. dopo due anni di sperimentazione hanno deciso da quest’anno di introdurre ben due classi con ipad2. purtroppo se prima gli ipad li pagava la scuola e lo studente era tenuto a versare 50€ di cauzione che venivano restituiti alla fine dell’anno, da quest’anno dovranno essere le famiglie degli studenti a comprare l’ipad2 per i propri figli. senza considerare questo però si può vedere il tutto come una grande innovazione e spero che col tempo altre scuole italiane aderiranno al progetto per rendere la scuola più tecnologica e, a mio parere, accattivante…

    ho voluto dirvi questo per varvi notare come anche in italia esistano comunque delle scuole che lentamente stanno cercando qualcosa di alternativo che potrà rappresentare l’evoluzione del metodo di studio futuro.
    grazie dell’attenzione,
    aronne

  5. MACOOSAAAA BAMBOCCI DIMME**A AVETE 6 ANNI.
    IMPARATE PRIMA A SCRIVERE A PENNA CHE è MEGLIO.

    • @Fabio: che ne dici di tornartene alla scuola materna? Ti regalano un iPad! Forse ti insegneranno ad esprimerti in maniera più civile…mi sembri molto immaturo…sarà “overdose di fruit ninja”! 😉

      • :sbaw: fruit ninjaaaa :sbav:

        quello che dico è che dare in mano a dei bambocci di 6 anni un ipad per imparare a “scrivere” mi sembra più una trovata pubblicitaria della scuola.
        Sicuramente saran tt viziatissimi

  6. Poveri bambini…..

  7. Non sono per niente d’accordo su questo tipo di progetto se non ci si preoccupa anche ad insegnare ai bambini un uso “sano” della tecnologia, ovvero corretta postura ed equilibrato numero di ore trascorse sul tablet. Nel caso in cui non si insegnasse anche ciò, loro sarebbero i primi a pagarne le conseguenze.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice