In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Tabula: il tablet di PosteMobile è ora disponibile in Italia



Per chi ci segue costantemente, ricorderete sicuramente che durante il MWC di Barcellona, ZTE e PosteMobile presentarono Tabula, un innovativo ed elegante tablet PC touch screen, capace di offrire un’ampia scelta di applicazioni pensate sia per il lavoro che per il tempo libero. Oggi, le due società hanno raccolto la stampa italiana per presentare ufficialmente il tablet Android anche nel nostro Paese. Il dispositivo è già disponibile presso gli uffici di Poste italiane (o nello store online dell’azienda) al prezzo di 349 euro, con una promozione Internet in offerta.

PosteMobile PM1152 Tabula è un tablet prodotto dalla cinese ZTE. Possiede un display touchscreen capacitivo da 7 pollici con risoluzione di 800 x 480 pixel. Il sistema è accompagnato da 512MB di memoria RAM e memoria Flash NAND fino a 32GB, con microSD. La connettviità si avvale di un modem HSDPA fino a 7.2 MbpsWiFi 802.11, Bluetooth 2.1, ma anche ricevitore GPS integrato. Il sistema operativo preinstallato è Android 2.1, mentre le attività multimediali saranno gestite da una webcam da 3 megapixel.

Nel peso di 403 grammi e nelle dimensioni di 192 x 110 x 12.6 mm, PosteMobile PM1152 Tabula sfrutterà una batteria da 3400mAh per un’autonomia di 1200 min in conversazione e 500 ore in standby. Compatto e leggero e con una cover brandizzata con i loghi delle due aziende, Tabula possiede tre pulsanti a sfioramento collocati nella parte bassa, proprio al di sotto del display, attraverso i quali sarà possibile attivare le funzioni Home, Search e Back.

Il tablet PosteMobile integra, come presumibile, l’applicazione PosteMobile Store attraverso la quale non è possibile soltanto effettuare acquisti online ma anche usufruire dei principali servizi offerti dall’azienda. Ad esempio è possibile accedere virtualmente ad un ufficio postale e pagare un bollettino tramite modelli in bianco o premarcati, eseguire bonifici, trasferire denaro all’estero tramite MoneyGram oppure verificare i dettagli del proprio conto corrente.

Come accennato precedentemente, il tablet PosteMobile è disponibile al prezzo di 349 euro, con un anno di navigazione Internet gratuita (con l’opzione Mobile 1Giga che offre 1 GB di traffico al mese).

Via

2,100 Visite


27 Commenti

  1. Ci mancavano anche le poste a fate il tablet 😉

  2. Squallido

  3. Tra poco anche il fiorista sotto casa mia metterà in produzione un tablet…

  4. Le poste sono veramente incredibili.. non sanno fare il loro mestiere primario (vedi i ritardi e le perdite di pacchi frequente), hanno provato a fare la banca ma fa schifo anche quel servizio (sono stato aimè loro correntista) e ora si mettono a fare postemobile e il tablet.. se facessero bene il loro PRIMO LAVORO sarebbe stato meglio per tutti..

    • Le poste italiane sono la prima banca di Italia. La percentuale di pacchi smarriti è la stessa di altre compagnie. Con le poste non ho mai avuto problemi. Poste mobile si apppggia su Vodafone e ha ottime tariffe. La postay è di gran lunga la carta di credito più diffusa di Italia ed allora fu una rivoluzione. Un successo Se steve jobs fosse CEO delle poste italiane loderebbe le doti in un keynote dei suoi e allora tutti a bocca aperta aperta a dire. ” che ficata di azienda le poste italiane”.

      • Sei mai andato in posta a pagare un bollettino?? é una tragedia!

      • A parte che ci sono altri modi per pagare le bollette (rid bancario o presso i mille mila punti lottomatica)
        Da me si prende il numerino e si aspetta seduti. Qualche anno fa era diverso ma adesso le cose sono cambiate.
        Dove sta la tragedia? La fila la fai anche dal salumerie e alla cassa del supermercato.
        Scusate per l’off topic ma certi commenti proprio non li capisco…

      • Si vede che nn ti hanno mai rubato un pacco che aspettavi! A me si!

  5. Io invece lo trovo un buon prodotto in rapporto al prezzo. C’è anche incluso internet per un anno. Considerate che il produttore del tablet lo scorso anno si è classificato al quinti posto tra i maggiori produttori al mondo di cellulari, quindi non è proprio l’ultimo arrivato. Eviterei di giudicare con questi toni senza nemmeno sapere cosa state dicendo. Qualcuno di voi l’ha provato? Non credo. Quindi in che cosa sarebbe addirittura squallido?

  6. Io ci avrei anche potuto pensare per un prezzo simile..
    Ma con android 2.1 se lo possono tranquillamente tenere..

  7. Una alternativa indubbiamente interessante. Peccato per il 7″ del display.

  8. ma si acquista pure al hao-mai… :)

  9. Mi ricorda tantissimo i Cloni cinesi Androidiani che da mesi (forse anni ormai) girano su eBay… #Fail

  10. Intanto Poste è oggi una grande realtà italiana ed un esempio per l’europa in ogni suo settore di attività.
    Il tablet è una bella idea e diventerà un vero ufficio postale personale. Il problema è il costo e la versione di Android.
    Almeno la 2.2 potevano metterla.
    Il prezzo sarà entro Giugno almeno 299 se non meno. Non venderanno nulla se non scendono. Il loro target è stato l’anziano poco informatizzato ed oggi non possono presentargli prodotti sopra i 200€. Vedrete.

    • Sono d’accordo sulla prima parte. Meno sulla seconda, ritengo che l’azienda da un pò di anni si stia aprendo ai giovani (vedi per esempio il fenomeno postpay e il conto postaclick, non certo per anziani poco informatizzati)

  11. Compriamolo tutti al posto dell’IPAD2!!!!

    Scusate evidentemente non stò bene.

  12. Sento tanti di quei commenti così positivi sulle poste italiane. Ma voi ci avete mai avuto a che fare? Sarà forse la più grande banca italiana però è la peggiore. E’ tutto perfetto fino a che si rimane all’interno del circuito banco posta, ma appena si deve uscire è una tragedia (mi riferisco a bonifici da e verso altre banche e bonifici esteri). Poste italiane ha costruito la sua fortuna con i pagamenti dei bollettini postali….. e diciamo che fa cartello. Quindi se magari i dipendenti delle poste italiane la smettessero di venire qui a lodare la propria azienda, ci farebbero un immenso piacere.

    • concordo!

    • ahahahah. Non sono affatto un dipendente delle poste, ma dico semplicemente le cose come stanno.
      Non mi venire a dire che è un impresa fare un bonifico verso un altra banca o verso l’estero. Ci vogliono 3 minuti con l’internet banking come con qualsiasi altro conto bancario. Non fa più cartello con il pagamento dei bollettini visto che adesso ci sono altre vie. Lo stesso si può dire per le spedizioni.
      Se permetti ci sono banche molto peggiori delle poste. Hai mai letto il Sole24ore? Sai di cosa stai parlando?
      Credo che a volte sia meglio stare zitti.

      • per inviare un pacco alle poste, ho dovuto fare 55 minuti di fila ( con 12 persone avanti ), mio fratello che sta in Francia per inviare un pacco ha fatto 15 minuti di fila con 25 persone avanti.

        complimenti a poste italiane e a chi la loda…veramente vergognosi.

  13. Guarda che per fare un bonifico ci si mette un attimo con qualsiasi banca. Il problema non è fare il bonifico, ma il fatto che poi il bonifico venga emesso realmente. Prova a specificare la data di valuta (sempre se sai di cosa si tratta. visto che in Italia c’è il bel costume di ignorare questo piccolo dettaglio: LA DATA DI VALUTA che nessuno mai considera) e poi verifica se il bonifico è stato veramente ricevuto il giorno che hai specificato (appunto la data di valuta). Non parlare per sentito dire (il sole 24) ma parla per fatti per piacere. Comunque se ti piace tanto Banco posta, usala pure. Io ho avuto pessime esperienze e per lavoro preferisco utilizzare banche serie. Bancoposta è ottima solamente per la postepay e per gli acquisti privati. Per i bonifici esteri è meglio usare altro: tanto che lo sanno pure le poste italiane che i loro bonifici esteri sono scadenti, altrimenti non spingerebbero così tanto il servizio Moneygram.

  14. Sono un laureato magistrale in economia. So esattamente cosa è la data valuta. Bancoposta è un contocorrente e non c’entra niente con la Postpay che è una carta di credito (anche se non esattamente) ricaricabile. E poi che vuol dire con bonifici Esteri “scadenti”? Un bonifico è un bonifico. Sono tutti uguali. È come dire che la tua banca ha assegni scadenti. E poi tutte le banca fanno il giochetto con data valuta e data contabile, mica solo le poste.

  15. Come al solito si aspetta un prodotto per aprire argomento sul funzionamento delle poste o meno… Se vi piace compratelo altrimenti non rompete co sti commenti ma non vi va bene mai nulla. Anche UPS smarrisce i pacchi!

  16. ciò che frega le poste son i terminali nel 1900 sempre impallati e il personale che non pensa ad altro che al riposino, pausa caffè pausa sigaretta pausa pipi pausa cacca pausa bagnetto…

  17. Mammmamia, ma non è meglio che stanno dietro ai pacchi visto che il servizio è pessimo????

    Tra un po’ ci vendono anche i televisori e i computer!

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice