In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Sprea Editori si affida all’iPad, ma non ci siamo ancora.



Sprea Editori, casa editrice che pubblica riviste importanti, si è appena buttata tra le braccia dell’iPad. Ma lo ha fatto nel modo giusto?

Il nostro lettore Stefano ci ha segnalato l’uscita di due testate molto importanti, Photo Professional Canon edition, e Digital Camera Magazine.

Essendo abbonato ad entrambi in versione cartacea, e ritenendo le due riviste veramente ottime, sono subito corso a vedere come avessero implementato la cosa.

Andando a questo indirizzo, potete trovare non solo le due riviste ma anche le altre pubblicazioni della casa editrice in questione.

Troviamo quindi Computer Magazine, Il Fotografo, ecc.

Quello che però mi ha deluso, è stato il fatto di ritrovarmi di fronte all’ennesimo “lettore di PDF” , nomea che è stata data dai nostri utenti a quel genere di applicazioni.

Visto già in altre pubblicazioni, la struttura di base è macchinosa, lenta, e non offre assolutamente nulla di interattivo, se non l’indice.

La cosa più buffa, definiamola così, è che come le altre, le riviste hanno una risoluzione altamente insufficiente. Mentre il testo viene scalato e ri-renderizzato con lo zoom, infatti, le immagini sono in bassissima risoluzione, rendendo la visione delle stesse alquanto pessima.

Ricordiamoci che stiamo parlando anche di riviste fotografiche, nelle quali le immagini fanno l’80% dei contenuti.

Per onore di cronaca, comunichiamo che comunque su Zinio è presente Photografare in digitale, che soffre dello stesso identico problema.

Un altro problema, sempre comune ad entrambi i sistemi, è il testo. Le riviste sono sensibilmente più grandi, e finchè continueranno ad impaginare articoli destinati alla carta, su iPad il testo risulterà sempre troppo piccolo, costringendoci a continui zoom/pan.

Ricapitolando, la rivoluzione digitale si, ma le aziende devono investire e reinventare, non riproporre le vecchie soluzioni in formato iPad.

1,989 Visite


25 Commenti

  1. Purtroppo é un dato di fatto. Non si vuol capire che queste versioni PDF non piacciono agli utenti e personalmente non ho ancora trovato nessuna rivista alla quale abbonarmi, su iPad. Finché le case editrici continueranno a sottovalutare l’importanza di questa nuova piattaforma non investiranno nella creazione di nuovee riviste in formato digitale diverse dai PDF e alla fine, come sempre, la colpa sarà nostra.

  2. Ciao Luca.
    Hai già provato a dare uni sguardo a PopularScience o Wired per iPad ?

    Ipk

  3. Concordo la qualità è pessima, comunque almeno hanno le decenza, per il momento, di non farli pagare.

    Unico vantaggio per chi come me è Svizzero e non tutti i mesi va in Italia la possibilità di leggere le riviste che, altrimenti, qui non si trovano.

    E allora posso pure accettare il compromesso.

  4. Non bisogna ragionare da ipad utenti, una casa editrice crea il file che possa essere letto ovunque e su qualunque supporto, dal pc, all’ebook reader passando per gli smartphone e il pdf è IL formato per eccellenza. Unico appunto possibile riguarda la risoluzione delle foto ma anche la va valutato il peso del file, deve essere leggero per essere scaricato da chiunque e con qualsiasi mezzo, anche una tariffa non flat per internet. Non ragioniamo da utenti ipad, per la maggior parte dei dispositivi quelle riviste hanno risoluzioni e grandezze appropriate

  5. E’ così… Sono Alessandro uno degli sviluppatori del progetto Enhanced Press. Purtroppo per gli editori, per ovvie questioni di economie di scala, non sono propensi alla rimpaginazione dei loro prodotti, non pensando che così facendo si perdono utenti. Da parte nostra abbiamo costretto a rivedere i vari formati grafici e stiamo cercando di inventarci degli strumenti multimediali utili che almeno diano un senso al libro o rivista elettronica. Stiamo lavorando a fianco agli editori per aiutarli anche nelle loro difficili scelte… 😉

  6. “abbastanza pessimo ” non si può veramente ascoltare .. Correggi e cancella pure il mio commento ciao

  7. @Thomas: non sono daccordo!
    E’ una giustificazione a non impegnarsi a dare agli utenti di riviste o libri elettronici qualcosa di differente di quello che si trova su carta…

  8. @hyp3r: grazie :)

  9. @Thomas: Ora però devono ragionare diversamente.. adesso c’è l’ipad, e io utente con l’ipad ritengo necessario che mi facciano un documento apposito per il mio dispositivo.. e non un documento universale perchè a loro fa più comodo così.. va bene, c’è crisi e anche le case editrici devono risparmiare, ma penso che alla fine convenga anche a loro avere più utenti che si abbonano alle loro riviste.

  10. Credo che la strada da seguire sia quella di riviste come wired e Popular Science, ma sembra difficile vedere un editore italiano che punta così tanto su una versione iPad.

  11. @StevenChannels: Quoto, ma non investono tanto anche perchè in Italia secondo me non ci sono così tanti iPad. Wired, essendo scritta in inglese, può essere venduta in tutto il mondo, invece le riviste italiane per iPAd verranno vendute solo in Italia, dove l’iPad non è così diffuso

  12. A proposito di wired, non riesco a scaricare il primo numero!
    Mi si blocca a 4.2 mb, come posso fare?

  13. il discorso è che oramai i contenuti esistono, si tratta solo di trovare un’impaginazione digitale, o ogni volta caricare il nuovo contenuto…non è che bisogna riscrivere tutto…

    a queste riviste sarebbe bastato poco, che le foto (non le immagini varie) avessero avuto una risoluzione decente per essere ammirate…e tutto sarebbe stato meglio!!

  14. @Trabbo: puo’ darsi, ma mai cominciano…..

    io ad esempio sono abbonato a photografare, e me ne sono un po pentito per via di quello che ho scritto nell’articolo

    photo professional ho l’abbonamento in corso
    dcm ho l’abbonamento in scadenza, 1-2 numeri e non mi arriva piu’
    e non ho assolutamente intenzione di rinnovarlo perchè lo volevo in digitale

    era è arrivato, non mi piace, non rinnovo.

    il peggio alla fine è il loro, parliamoci chiaro, le riviste sono ottime, io per primo lo dico, ma mi devono dare UN MOTIVO per cacciare tutti quei soldi, perchè ci sono forum, siti, e quant’altro, molto + aggiornati.

  15. @Alex:
    Hai ragione a dire che gli editori italiani sono molti miopi, inotre la maggior parte pensa che i gli acquirenti delle loro riviste siano un branco di beoti disposti a pgarare per un prodotto con qualita` nulla, in quanto incapaci di distinguere un buon prodotto da uno pessimo.
    In pratica i loro ragionamento e` questo, perche` spendere soldi, quando posso reciclare il PDF della rivista e metterlo in una app a costo praticamente zero ?.
    In questo modo, pensano, quello che ne avremo sara` tutto guadagno, poco importa che i lettori ne siano scontenti e che dopo il primo numero, vista la pessima qualita`, non ne comprino altri.
    Tanto ne trovero` sempre di nuovi disposti a pagare.

    Fategli vedere Popular Scienze, in modo che si rendano conto come dovrebbe essere fatta una rivista per iPad.

  16. A parte il fatto che le riviste Sprea mi hanno sempre deluso nei contenuti, ma questa è un’opinione personale, questi Pdf fanno pure pena per la qualità della compressione…
    Prendete computermagazine: non c’è una schermata che sia leggibile, e anche le fotografie presentano artefatti da compressione che le rendono inguardabili.
    Sempre dal mio punto di vista, fanno la versione pdf come scrivono gli articoli. Malissimo.

  17. Io preferisco il pdf e di piccolo formato.

    E che nella rivista cartacea per vedere le foto le zoomavo o prendevo la lente?
    La rivista interattiva come Wired da 500mb l’ho cestinata (eh l’avevo pure comprata a 5$), popular scientific, con tutta la sua grafica speciale e navigazione diversa non mi piace, troppo complessa. Non mi frega niente andare giu su, voglio leggere l’articolo e basta.

    Se vi interessa un rivista fotografica gratis c’e’ photographybb,com ho scaricato tutti i pdf e messi in ibook. ole

  18. Beh, io direi che non ho nessun problema. Non comprendo e non voglio comprendere le lettura di un libro o di una rivista su iPad, iPhone o eBook. Sarò vecchio? Si, ebbene si…ma adoro la carta.

  19. @NoPad: Se rimangono gli stessi ti do ragione ma se ci sono video o contenuti ulteriori penso che ne valga la pena!!!

  20. @mirkojax: sono daccordo con te mirko, ma qua quando zoomi sgrana di brutto
    la rivista si legge molto, molto meglio

  21. Da provare assolutamente Popular Mechanic !!!! in inglese ma da paura…a livelli del time

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice