In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Quattro siti che avrebbero bisogno di applicazioni dedicate per iPad



Come tutti sappiamo iPad è uno dei migliori dispositivi per navigare sul web. Lo schermo di grandi dimensioni e il multitouch forniscono agli utenti la sensazione di avere una pagina web tra le mani. Tuttavia per quanto iPad sia ottimo per navigare sul web, ci sono alcuni siti che beneficiano del fatto di avere un’app dedicata. Ma tra le tante applicazioni derivate da siti web esistenti, ne esistono almeno quattro che avrebbero bisogno al più presto di un’applicazione per poter offrire la massima resa sul tablet. Vediamo quali sono.

1. Facebook.com

Tra i grandi siti internet, Facebook è il più grande colpevole per non aver realizzato un’applicazione per iPad. Su Facebook sono registrati 750 milioni di utenti. Entro il prossimo anno ci saranno 50 milioni di iPad sul mercato e la maggior parte degli utenti vorrà collegarsi a Facebook ma farlo attraverso Safari è limitato e alcuni funzioni mancano del tutto. La mancanza più grave riguarda sicuramente la chat per comunicare con gli amici attraverso il Social Network. Anche il caricamento delle immagini risulta impossibile perchè dal sito non si può accedere al rullino fotografico. Abbiamo visto come esista già una versione di Facebook per iPad a cui possono accedere gli utenti con il Jailbreak ma si spera che l’azienda di Zuckerberg rilasci presto un’applicazione ufficiale per tutti.

2. Mint.com

Mint.com è un sito perfetto per tenere traccia dei propri conti finanziari e dopo che Intuit ha acquisito la società il sito è migliorato, ma avrebbe necessità di un’applicazione per iPad perchè Mint.com offre un’ampia interattività con l’utente. Non solo è possibile visualizzare l’elenco delle transazioni finanziarie compiute ma è possibile anche modificarle, creare obiettivi, tendenze e bilanci prestabiliti. Tutto questo da un browser per computer ma nessuna di queste caratteristiche funziona su iPad. Gli utenti del sito sono in attesa di un’applicazione ufficiale e il fondatore di Mint.com, Aaron Patzer, ha dichiarato che l’azienda sta lavorando da tempo su un’app ma la sua dichiarazione risale a oltre 18 mesi fa. Più recentemente Mint ha chiesto agli utenti ancora un po’ di pazienza in quanto il team di sviluppo sta lavorando sull’applicazione che non sarà una semplice rielaborazione dell’app per iPhone ma una “nuova esperienza“.

3. LinkedIn.com

LinkedIn è considerato l’equivalente di Facebook in ambito professionale. Consente di avere contatto con colleghi di lavoro e clienti e in più, rispetto a Facebook, è molto più innocente in quanto riguarda principalmente rapporti d’affari. Se i vostri colleghi vi vedranno navigare su LinkedIn non potranno fare la spia al capo dicendo che state perdendo del tempo guardando le foto delle vacanze del vostro amico. LinkedIn funziona quasi perfettamente tramite Safari per iPad ed offre un’elevata interattività attraverso la ricerca di contatti, posti di lavoro, modifica del profilo, aggiornamenti di stato che potrebbero trovare maggior beneficio in un app dedicata su iPad. Vale la pena ricordare che LinkedIn ha il merito di aver portato una delle applicazioni peggiori per iPhone ad una delle più belle, sia graficamente che per usabilità e questo conferisce una buona dose di speranza sulla prossima app per iPad anche se, per quanto il team stia lavorando sullo sviluppo, non si ha idea di quando verrà rilasciata.

4. Google Docs

Google Docs è grande, la suite di web-app realizzata da Big G consente di creare e condividiere documenti, fogli elettronici, presentazioni e altro ancora attraverso il browser ma su iPad tutte le funzionalità sono limitate. La versione mobile del sito non offre tutte le caratteristiche della versione per browser desktop. Questo è in parte dovuto alle limitazioni presenti su iPad. E’ vero che ci sono delle applicazioni per ufficio che si integrano sufficientemente bene con Google Docs come QuickOffice Pro HD e Documents To Go che consentono di interagire con l’account di Google per scaricare e modificare i file ma nè queste nè altre app meno costose offrono la stessa semplicità e funzionalità del servizio cloud di Google. Guardando al tablet Apple come uno strumento di produttività, si potrebbe risolvere il problema con la suite iWork ma Pages, Numbers e Keynote non interagiscono con Google Docs in modo ottimale. Ecco perchè servirebbe un’app di Google dedicata ad iPad. Sicuramente gli utenti preferiranno una seria alternativa al fatto di dover pagare 7,99 euro per ogni applicazione. Sicuramente Google non avrà una forte motivazione a realizzare un’app per iPad ma le aziende potrebbero trovare un accordo ed inserire le API Docs per iWorks.

Via | Tuaw

2,269 Visite


9 Commenti

  1. Il piu grande problema = facebook…

    Non a caso è in prima posizione…

  2. Aggiungiamoci anche Amazon e Fineco, giusto le prime 2 che mi vengono in mente…

  3. Diciamo la verità. La scusa delle applicazioni serve solo a mascherare un browser limitato rispetto a quello android. Ad esempio facebook funziona sul browser android come da un browser del compiter, chat compresa

    • È molto meglio ios di android, possiedo entrambi lo dico così non rompete, ma safari è una mezza c….a senza flash, silverlight e quantaltro. Basterebbe applicare una specie di interruttore on/off come sull’ xperia arc…

    • Bel commento…nei tablet, che siano iOS o android, il beneficio di avere una app dedicata sta nella maggiore integrazione col sistema operativo, come il caso del rullino foto con Facebook. Inoltre un app dedicata spesso ha una grafica ottimizzata per il dispositivo touch, elimina inutili formattazioni desktop, migliora il font, ecc…
      Qui non si tratta di è meglio apple o meglio android, è una regola che vale per tutti i dispositivi post pc.

  4. per quel che riguarda mint.com e noi italiani, prima che la sua disponibilità su iPad, sarebbe utile che fosse disponibile in Italia…..

  5. Per fb c’é l’app ufficiale con il famoso trucchetto…
    Linkedin manca proprio…

  6. Per quanto mi riguarda, sento la mancanza di un’app dedicata alla consultazione del sito del G.S.E. (Gestore Servizi Elettrici per la gestione burocratica e finanziaria dei propri impianti fotovoltaici); tutt’ora tutto ciò è fattibile soltanto da browser Internet Explorer, tutti gli altri browser sono in parte bacati…

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice