In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

NBC si aggiorna, gratis la visione dei programmi TV del canale americano. E in Italia? | Approfondimenti



L’emittente televisiva americana NBC ha rilasciato un aggioramento della propria applicazione che ora consente agli utenti di guardare su iPad i programmi TV completi in tutta mobilità. Prima dell’aggiornamento gli utenti potevano guardare solo brevi clip.

L’applicazione permette, oltre al vecchio sistema di visione di brevi clip, la possibilità di guardare episodi completi, gallerie fotografiche, giochi interattivi, anteprime, ricerca e personalizzazione della pagina iniziale dell’applicazione. Gli sviluppatori, inoltre, hanno migliorato le prestazioni e corretto alcuni bug. E’ una mossa molto interessante quella compiuta dall’azienda considerando anche il fatto che avevano rifiutato di offrire i loro spettacoli su iTunes a 99 centesimi. Oltretutto la qualità di trasmissione, sotto copertura Wi-Fi è decisamente buona.

Chi fosse amante delle trasmissione americane e abbastanza padrone della lingua da comprendere i dialoghi potrà trovare utile scaricare l’applicazione dedicata. Ma il motivo per cui ho pensato di proporre quest’articolo non è quello di pubblicizzare il canale televisivo o l’applicazione ma pensare alla difficoltà che riscontrano le emittenti televisive ad aprire gli orizzonti verso le nuove piattaforme. A parte il nuovo servizio di Sky, Sky Go di cui si può dire tutto il bene possibile per l’innovazione introdotta ma anche tanto male, viste le limitazioni dei canali e i costi d’abbonamento, le altre televisioni sembrano non considerare minimamente iPad e i tablet. Sarà che in Italia la diffusione non è ancora così importante come negli Stati Uniti ma rivolgere lo sguardo un po’ oltre i canoni a cui tutti siamo abituati non farebbe altro che portare importanti consensi.

Indipendentemente dal tablet utilizzato, offrire servizi diversi ai propri utenti aumenterebbe gli ascolti e le preferenze. Invece in Italia, a parte qualche canale meno blasonato dei classici, la tendenza è quella di bloccare la visione delle trasmissioni, impedendole non solo sui tablet ma anche sul web. Dal basso della mia ignoranza in materia non capisco queste imposizioni o prese di posizione categoriche. Per le trasmissioni dei canali di Stato potrei anche capire che, dal momento in cui viene preteso il canone, la visione su internet o tablet dei propri canali potrebbe far perdere il controllo sui conteggi. Ma per ovviare a questo “problema” basterebbe una registrazione legata al numero di abbonamento, come funziona per Sky Go. Le televisioni private non avrebbero interessi apparenti ad impedire la visione delle proprie trasmissioni perchè tutti gli introiti arrivano dagli annunci pubblicitari e allargando il numero di dispositivi si otterrebbe solo un effetto positivo di intensificamento degli spot. Eppure non succede.

L’unica emittente che, prima delle altre, ha portato un po’ di innovazione è appunto Sky ma i limiti dell’applicazione sono evidenti. Intanto bisogna avere un abbonamento Sky attivo, poi dal primo gennaio la visione delle trasmissioni sarà a pagamento (mentre nel Regno Unito è gratuita) e infine il numero di canali è, almeno per il momento, limitato allo sport e al calcio, un canale di intrattenimento e il telegiornale. Nonostante tutto, questo è positivo perchè potrebbe, e il condizionale è d’obbligo, costituire un esempio su cui anche le altre emittenti potrebbero ispirarsi. Ma se negli Stati Uniti o nel Regno Unito le televisioni riescono ad intuire i benefici dell’avvicinare più utenti possibili alle loro trasmissioni perchè i dirigenti italiani non ci sentono e non ci vedono?

Le poche applicazioni presenti su App Store, VideoMediaset, Rai 5, Rai News sono solo timidi tentativi, peraltro poco funzionanti, per illudere gli utenti che qualcosa potrà cambiare con il tempo ed invece dal lancio di iPad alle soglie di iPad 3, come riferimento temporale, nulla si è mosso. Anche CoolStreaming, per quanto valida nel suo genere, deve sempre sottostare alle limitazioni imposte dall’alto.

Diamo spazio alle riflessioni di ognuno. Voi cosa ne pensate?

1,883 Visite


4 Commenti

  1. In italia oltre ad avere quei pochi canali citati in streaming
    I furbacchioni tipo rai e mediaset ci limitano con il silverlight e sappiamo benissimo che nessun dipositivo mobile apple o android e nemmeno windows phone 7 che sia puo’ visualizzare le reppliche.
    Non mi venite a dire ma mediast video applicazione che non visualizza nessuna puntata intera a differenza del loro sito .(es puoii rivedere una puntata di matrix intera non puoi), pero tutta la loro grande skifezza de filippi e barba d’urso quella si che te la fanno vedere dall’apps.
    Insomma e’la solita mafia italiana.

  2. il problema è che in Italia se non paghi e profumatamente non hai nulla questo vale per tutti i settori dalle teleconunicazioni allo sport e per assurdo alla cultura l’importante e pagare .
    tante volte non basta pagare bisogna essere possessori di carte di credito altrimenti non puoi nemmeno accedere alle miriadi di offerte ( come le definiscono loro ) a te non rimane altro che sperare che tutto vada per il verso giusto a me personalmente mi hanno più volte prelevato soldi in più del dovuto ..ce da fidarsi ?????

  3. Ancora ci poniamo queste domande? Purtroppo la chiesa relega l’Italia a feudo medievale, i partiti monopolizzano la rai e, da ultimo, la maxima summa berlusconi detta legge sulle tv. Noi popolo bue non facciamo davvero nulla per avvicinarci alla civiltà delle altre nazioni dove la webtv è ormai standar, dove il wifi è in ogni angolo, dove non si aspetta il 2011 per fare le liberarizzazioni (fare? scusate, per lasciare tutto come sta). Del resto non lagnamoci troppo: tra madonne che piangono e misteri insoluti tranquilli: purtroppo non stiamo su scherzi a parte. Dimenticavo: ho sottoscritto sabato sky go (almeno mi godo il grande tennis che sulle altre reti è scomparso) e devo dire che funziona proprio bene: spero solo che amplino la scelta dei canali.
    Buona giornata a tutti.

  4. E davvero assurdo prchè sky go è l’esempio che una TV su iPad si può vedere in maniera spettacolare!!!
    Tuttavia nonostante l’ottima qualità (che davvero non mi aspetatvo!) boccio Sky go per tre motivi
    1) Il prezzo dell’abbonamento eccessivo (non si vuole tutto gratis ma qui si esagera!!)
    2) Troppi pochi canali (ma spero presto amplino la scelta)
    3) Tanti canali solo in wifi e non in 3G (e sappiamo la situazione italiana del wifi quanto sia triste…)

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice