In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

L’iPad guadagna terreno come e-reader sul Kindle!



Nonostante l’iPad goda di un’ottima applicazione nativa per la lettura di libri in formato digitale, proprio quest’aspetto è forse quello che ha subito più critiche, almeno qui in Italia. Continua infatti a scarseggiare la presenza di libri in italiano disponibili nell’iBook Store, ma secondo l’ultima indagine ChangeWave, l’iPad continua a guadagnare terreno sull’acerrimo rivale: il Kindle.

Andiamo a vedere quanto è emerso nell’ultimo sondaggio: su 2.800 clienti intervistati il 47% ha dichiarato di usare il Kindle di Amazon, mentre l’iPad raggiunge quota 32%. Osservando il seguente grafico si può notare che negli ultimi tre mesi il Kindle ha perso il 15% mentre il tablet Apple ha raddoppiato la propria percentuale di mercato passando da 16 a 32 %.

Analizzando nel dettaglio possiamo però constatare che se l’iPad continua a primeggiare per quanto riguarda News, Magazine e Blogs, il Kindle è ancora in vantaggio per gli eBooks.

Ottimi risultati ai quali vanno aggiunti altri dati interessanti, secondo i quali sono gli utenti iPad quelli più soddisfatti dopo aver acquistato e provato il prodotto, mentre chi non possiede uno dei due dispositivi sarebbe indirizzato maggiormente verso il tablet di casa Apple.

Via | AppleInsider

827 Visite


25 Commenti

  1. IPADDDDDD:D

  2. Ogni volta che si parla di iBooks Store vi faccio una richiesta che, puntualmente, ignorate:

    inviare ad Apple una mail “istituzionale”, una domanda da parte degli utenti di questo sito: quali sono i programmi di Apple per far arrivare i libri italiani sull’iBook Store?
    Sarà possibile rendere compatibili quelli esistenti, senza dover convertire, fare, disfare?

    • Non dipende solo da Apple. In Italia (e generalmente in Europa) c’è molta più cautela nell’affidare tutto e subito nelle mani di Apple/Amazon/Google.
      Quindi per ora l’unica strada per avere ebook (in formato epub) è acquistarli dai vari store online, e se protetti da drm Adobe passarli su un app che consenta la fruizione di tali contenuti.

      • Si quello lo so ma io vorrei tanto sapere cosa sta facendo Apple per fornire anche a noi poveri sfigati un servizio degno come in America.
        Mi sembra che una richiesta fatta da iSpazio o da iPadevice risulti molto più autorevole rispetto alla richiesta di qualunque altro PincoPallo e quindi, forse, degna di ricevere una risposta seria.

      • King possiamo provarci

    • Quoto, una mail sarebbe perfetta. iPadevice non è un sito da poco. È il punto di riferimento degli italiani sull’iPad.

    • Ragazzi vi do un piccolo aggiornamento\roumor da prendere con le pinze, riguardo all’iBook Store.
      Feltrinelli e altri editori hanno già aperto i loro store personali (con contenuti provvisti di drm e quindi non visibili si ipad), altri libri si possono acquistare da amazon.com
      L’unica casa editrice a non aver aperto il proprio store è Mondadori e si vocifera che abbia accordi con apple per l’ingresso in ibook store.
      Probabilmente il ritardo è dovuto a questo, oltre al normale tempo di conversione della collana mondadori da cartaceo a epub.

      • Nulla a togliere a questo ragionamento ma….i libri, prima di essere cartacei….sono files……
        ^_^

      • No, perchè gli epub secondo apple devono essere messi in una maniera ben precisa.
        Ne hanno rimandati indietro a decine, vogliono un certo tipo di immagini ecc ecc
        Per cui, un libro digitale se non c’è da rifarla da capo poco ci manca.
        Comunque sia, la conversione di un intera collezione (o si dice collana?!) di titoli di una casa editrice richiede tempo.
        Secondo me, per natale, aprirà ibookstore..se non è natale sbaglerò di un mese

    • quotone!
      sono stufo di bol e della loro incompetenza….e poi che strazio pasare dal pc, da adobe digital editions e da bluefire…..vogliamo l’itunes dei libri

      ibook!

  3. Bha, io ho ca. 8000 titoli in pdf..gli store nn li considero nemmwno, prrzzi assurdi, pochi titoli ed il foemato epub è già vecchio, senza contare i DRM, na pensa te che nn posso prestare un libro ad un amico…bha
    Ps scusate gli ertori ma sto scrivendo in macchina… ;o)

    • Il più costrittivo, da questo punto di vista, è il metodo della feltrinelli: epub e pdf con DRM e non scambiabili, visibili solo su i loro apparecchi e su computer con l’applicazione.
      Gli altri editori non ne ho idea, amazon dovrebbe essere drm-free, ma siccome la sezione libri digitali non ha ancora aperto non ci metterei la mano sul fuoco.

      • Gli ePub di Feltrinelli con i DRM li puoi leggere con Bluefire.

        Comunque per ora c’e` troppa confusione, se non stanno attenti gli editori rischiano di fare lo stesso errore delle case discografiche, mettere troppe restrizioni e complicazioni, cosi` che alla fine anche gli utenti che vorrebbero comprare ed rimanere nella legalita`, per ripicca si rivolgeranno al mercato pirata, e poi` sara` difficile fargli cambiare idea, sopratutto perche` si instaurera` una specie di vendetta da parte dell’utente che si sentira` in qualche modo autorizzato a vendicarsi, verso le case editrici che gli hanno imposto troppi vincoli assurdi.
        Ma e` possibile che questa gente non impari mai dagli errori degli altri ?

        Io per ora compro solo libri drm free, che per fortuna ci sono, un libro e` per me una delle massime espressioni di liberta` quindi figuriamoci se compro qualcosa che si puo` leggere solo con i loro lettori e con SW particolari.
        Tra l’altro Bluefire come lettore di ePub e molto, ma molto inferiore ad iBook.

      • Eh..lo so.
        Purtroppo e per fortuna la “guerra” dovrà essere anche sui prezzi.
        Mi sono fatto un giro sullo store feltrinelli…che dire, ve lo consiglio…
        13.99 per un libro che cartaceo verrà sui 18.
        Mi pare di aver detto tutto.
        Spero solo gli altri editori non si allineino con questa politica.

      • Giusto Manu, anche la questione prezzi e` assurda, per anni ed anni ci hanno detto che i prezzi alti dei libri, sopratutto in italia, erano dovuti, al prezzo della carta ed a quello della distribuzione, che secondo gli editori incideva per il 50% o piu`.
        Bene ora hanno eliminato sia il costo della carta che quello della distribuzione, bene quindi secondo le “scuse” che ci hanno propinato per anni mi aspetto che il prezzo di un libro nuovo in formato epub, sia tra il 50% ed il 40% inferiore a quello stampato.
        Qui invece ci troviamo di fronte a eBook di libri usciti gia da mesi o anni che costano piu` delle corrispondenti versioni cartacee gia` uscite formato economico.

    • Li hai comprati tutti?

    • Guarda che e` il formato pdf ad essere vecchio, almeno per quanto riguarda gli eBook.
      Il problema del PDF e che non permette la reimpaginazione automatica del testoin base alla dimensione dello schermo o della finestra in qui viene presentato, cosa che invece permette l’ePub.
      Questo perche` il formato ePub e PDF sono nati per risolvere due problemi diametralmente opposti.

      PDF: il formato PDF e` nato per permettere ad un utente di leggere un testo cosi` come e` stato impaginato dall’autore, o il piu` vicino possibile a come il documento e` stato impaginato originariamente, indipendentemente dal sistema, schermo o finestra, su cui l’utente lo leggera`.
      In pratica nel PDF e` chi ha creato il documento ad avere il maggiore controllo su come questo verra` visualizzato, l’utente non puo` cambiare l’impaginazione del testo.

      ePUB: il formato ePub invece adatta il piu` possibile la formattazione e le dimensioni del testo in modo che questi si adatti al meglio al sistema, schermo o finestra in cui questo testo verra` visualizzato.
      Nel ePub invece chi legge il testo ha un notevole controllo so come questo verra` presentato, puo` infatti cambiare, il font, e le dimensioni dei caratteri, ma anche l’impaginazione decidendo ad esempio un allineamento del testo diverso da quello scelto dall’autore.

      Comunque non si tratta di una guerra tra formati, sono semplicmente due formati nati per scopi differenti.

      E` per questo che il formato PDF prende ispirazione dal postscript e cioe` un formato di descrizione della pagina, mentre l’epub non e` altro che un file xhmtl, cioe` un formato che tende a descrivere i contenuti indipendentemente dalle dimensioni dello schermo.

      PS.
      In realta` almeno sulla carta esiste un sottoinsieme del formato pdf che permette il reflow cioe` la reimpaginazione del testo in base alla dimensione dello schermo o della finestra, solo che a quanto pochi editori la usano, ed e` supportato solo da pochi eReader, io ad esempio non ho ancora trovato un pdf di un libro venduto da un editore italiano che lo utilizzi.

  4. Vi ricordo che comunque sia i libri protetti da DRM si possono leggere sull’iPad senza problemi grazie a Bluefire Reader (universal app – GRATIS).

  5. E già che ci siete gli chiedete se nello store ci possono mettere un filtro per l lingue???
    Che fatica rovare un titolo in Italiano (o francese o tedesco…)

    • Concordo pienamente!
      Avevo letto inoltre che sullo store americano c’erano anche dei libri in italiano. Fare un filtro per lingue sarebbe un’idea davvero intelligente.

      Allora Staff, la prepariamo questa mail ufficiosa per Zio Steve?

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice