In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Le funzionalità del jailbreak di iOS potrebbero essere rimpiazzate in parte dai servizi Cloud?



In questi ultimi tempi nascono a ritmo accelerato numerosi servizi di cloud. Oltre al classico iCloud per i terminali iOS, oggi possiamo contare su numerosi servizi alternativi per i nostri dispositivi. Questi potrebbero limitare le motivazioni che spingono gli utenti ad effettuare il jailbreak?

In poche settimane, ci sono stati almeno uno o due annunci di sviluppatori che avrebbero creato una loro app per fornire servizi di storage a distanza, permettendo quindi di godere dei benefici del backup e della condivisione in rete dei propri file, tipici dei servizi cloud. Il vantaggio per i dispositivi iOS che questi nuovi sviluppatori stanno portando, è l’integrazione di numerose app con i servizi di cloud.

I servizi come Box o Dropbox forniscono applicazioni che svolgono le mansioni di un file manager, come il Finder di OSX o Windows Explorer, che l’azienda di Cupertino ha sempre rifiutato di introdurre nei sistemi iOS dal lancio dell’iPhone nel 2007. Apple è sempre stata del parere che non dovremmo avere bisogno di gestire i file su un iPhone o qualsiasi dispositivo iOS così come siamo abituati a fare con un Mac o un PC. L’utente dovrebbe semplicemente lavorare con dati o file attraverso le app, esattamente come organizziamo le foto in iPhoto o la musica e gli spettacoli televisivi in iTunes.

Certo, in alcune situazioni agli utenti non importa veramente sapere dove certi file siano salvati. Non importerebbe un granché avere informazioni su dove vengono memorizzati i file dell’edicola o i nostri iBook fino a quando abbiamo la tranquillità che le modifiche, come appunti e sottolineature, vengono salvati su iCloud. Tuttavia questo sistema risulta limitato per altri lavori come la creazione e l’organizzazione di contenuti, in particolare se questi devono essere condivisi con altri utenti. Intorno a questo tipo di utilizzo, il metodo scelto da iOS diventa uno svantaggio.

Per evitare questi problemi, la maggior parte degli sviluppatori hanno costruito un proprio servizio di cloud personale o scelgono di affidarsi a servizi già noti. Molte aziende sono disposte a stringere accordi con produttori come Cubby di LogMeIn, Dropbox o OneCloud di Box. Queste partnership nascono in parte proprio dai deficit che iOS integra come per l’appunto la capacità di lavorare con i file nello stesso modo con cui siamo abituati a fare solitamente con altri dispositivi.

Tramite il jailbreak siamo riusciti a portare, anche se illegalmente, un file manager nel nostro dispositivo sfruttando per esempio l’applicazione iFile. Con essa, siamo in grado di navigare attraverso il file system di iOS, possiamo vedere molti file come immagini, video, testi, file HTML, file di iWork, PDF e file compressi. Possiamo rinominare, copiare e spostare un file oltre che condividerlo con l’esterno tramite bluetooth, allegato email o altri metodi.

Questi nuovi servizi cloud potrebbero quindi portare ad una riduzione dei jailbreak? Ovvio, il jailbreak viene effettuato per molte altre cose, ma se fosse solo per la mancanza di un file manager, il cloud (non-Apple) potrebbe portare gli utenti a non sentire più la necessità dello sblocco? Fatecelo sapere nei commenti!

Via | Cultofmac

1,329 Visite


11 Commenti

  1. non fate i puritani… è chiaro e limpido che il jb serve al 95% degli utenti per scaricare app a scrocco, non nascondiamoci dietro un dito…

    • ma sapete solo dire le stesse identiche cose ogni volta? sempre a generalizzare e poi magari siete i primi che scaricano

  2. Certo che no, ma che c’ entra ??? E come dire: la calcolatrice interna Dell iPhone presto sarà sostituita da una che abbiamo per casa di terze parti? Ma che dimi de sono?? Il jail serve per tutt altre cose

  3. Anche secondo me il jailbreak è utile solo se si vogliono scaricare app illegalmente.

    • Questo vuol dire che usi l’iPhone solo per giocare.

      • E invece tu per cosa lo usi? Son curioso di sentire perchè comnpri un prodotto che ti può offrire cose possibili solo sperando che qualche hacker lo modifichi.

  4. Io ho l’ipod (ancora oggi) e l’iPhone (non più) jb e non ho mai scaricato un’app crackata, in compenso ho potuto alzare il volume come mi pare, togliere il bottone inutile della segreteria telefonica, gestire le connessioni direttamente dalla home senza dover aprire ogni volta settings, l’unico problema (e il motivo per cui nel tel l’ho tolto) é la batteria!

  5. vogliamo parlare di activator – sbsetting – multicleaner? fate i fighetti con l’iphone crakkato, e poi non comprate un app da 0.79 cent… fate ridere :D

  6. NCSettings, Zephyr, killbackground e iFile… quanto mi mancano!

  7. per me il jailbreak serve per molte cose che mamma apple non implementa nel suo ios: bitesms, sbsetting, multi cleaner(la possibilità di chiudere tutte le applicazioni aperte in un solo colpo), infinyfolder (cartelle illimitate di modo che posso metterci tutto ciò che voglio dentro), la possibilità di poter accedere alle cartelle del proprio dispositivo. e poi c’è la funzione che io ritengo fondamentale: la possibilità di installare e provare applicazioni craccate, che non per forza devono essere viste come rubate, io le uso per provare l’app e se ne vale la pena effettuo l’acquisto, senno la cancello… in questo momento solo 1 app si trova nel mio iphone craccata, che appena esce un update la aggiorno in originale ( solo per pigrizia perche se la cancello perdo il salvataggio)… oltre queste funzioni ne uso altre, ma gia se la apple mettesse queste cose nel suo ios e nel suo store io levo il jail.

  8. Già che si parla di iCloud, faccio una domanda sperando che ne sappiate più di me e mi risolviate il problema.
    Ho da poco pensato di utilizzare la funzionalità “foto streaming” tra i dispositivi ed il computer o tra loro stessi. Là per là è stato illuminante e di una comodità pazzesca, fino a che non mi sono reso conto che le foto vengono ridimensionate automaticamente! Ma come?! Ho un New iPad con retina display e mi comprimi le foto? :P
    Ho cercato impostazioni nel pannello di controllo iCloud ma senza successo.
    Intendiamoci, non fanno schifo e posso capire i motivi, tra l’altro non me ne sarei accorto per la qualità se non fosse iPhoto a darmi i dati della risoluzione, però gradirei poter lavorare su foto originali. La memoria da 64 giga la ho, il passaggio si fa in wifi, non vedo motivo.
    Ho pensato di arrendermi e usare dropbox e…sorpresa drammatica, stesso problema!!!!
    Ok, stavolta le foto sono sul server a dimensione originale, ma se le apro da app su iPad o da web, le salvo ancora una volta a risoluzione ridotta!!
    C’è un opzione per il formato di upload da iPad, ma non il contrario…
    Ultimo tentativo con Skydrive e ancora una volta stesso risultato :(
    Qualcuno mi dice se c’è una soluzione che mi sfugge da sotto il naso o se sono obbligato a mandarmi le foto via mail o iTunes per averle intere???

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice