In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

L’antitrust italiana contro Apple



Il Trentino si schiera contro Apple, una nuova sfida contro il colosso di Cupertino parte dal Nord Italia e riguarda sempre la garanzia su iPhone, iPad e iPod. La vicenda è iniziata circa un anno fa quando il Crtcu di Trento denunciò Apple per prassi commerciale sleale.

Diverse persone continuano a segnalarci che i distributori di prodotti Apple non rispettano la legge europea e italiana sulle garanzie riconoscendo solo un anno di copertura. Tutto ciò è in palese violazione degli articoli 132 e 133 del Codice del consumo che prevedono una durata legale di due anni.

Proprio su queste basi si muove l’accusa verso Apple.

La garanzia è di due anni e su questo non possono esserci incertezze.

Purtroppo i termini di garanzia internazionale stabiliti da Apple vanno in altra direzione, un anno di copertura e non solo. L’azienda può riparare il prodotto o decidere di sostituirlo o rimborsarlo a sua discrezione. Scaduti i 12 mesi il problema non è più suo ma riguarda i rivenditori. Solo che certi negozianti e rivenditori, scaduti i 12 mesi, si rifiutano di sostituire il prodotto. Dall’Antitrust viene ancora una volta sottolineata la legge:

Non ha importanza se il rivenditore coincide con il produttore o meno (dunque se si è comprato l’iPhone in un Apple Store o da un distributore, ndr). Una volta che l’utente acquista il dispositivo in Italia, quel dispositivo deve essere garantito per due anni. Sarà poi un problema del rivenditore, se diverso dal produttore, stabilire un accordo con quest’ultimo. Ma non è certo una questione che può ricadere sulle spalle del consumatore

Qualcuno sostiene che la legge non sarebbe poi così chiara come vorrebbero far credere eppure è difficile riscontrare delle ambiguità. Anzi, l’articolo 134 dichiara nulla ogni clausola contrattuale che, prevedendo norme di una legislazione di un Paese extracomunitario, abbia l’effetto di privare il consumatore della protezione assicurata. In pratica, Apple o qualsiasi altra azienda potrà imporre le norme che preferisce ma non in Italia o nei paesi dell’Unione Europea dove deve rispettare l’estensione di garanzia.

Per il momento Apple non rilascia alcuna dichiarazione nè commento, in attesa che l’indagine si concluda. Una delle conclusioni potrebbe essere una sanzione amministrativa compresa tra cinquantamila e cinquecentomila euro e la variazione delle politiche aziendali, modificandole sui mercati europei rispetto al resto del mondo.

Via | Repubblica.it

957 Visite


12 Commenti

  1. quello che io non capisco è proprio quando il produttore corrisponde al rivenditore.
    Cioè se io compro da saturn o da mediaworld in teoria il secondo anno dovrebbe essere a carico del rivenditore.

    Ma nel caso in cui acquisto da Apple store…

  2. Era ora che l’antitrust indagasse, questa è una cosa che non poteva passare inosservata ancora per altro tempo, i consumatori vanno tutelati indipendentemente che l’azienda si chiami Apple, Samsung o altro. Ci sono delle regole e vanno rispettate. La legge dovrebbe essere uguale per tutti!

    • Hai detto una cosa giusta “dovrebbe”, Ma in Italia non è così e lo si vede ogni giorno dopo giorno.

  3. io spero solo non decidano di farcela pagare questo anno di garanzia in + xD

    • veramente lo fanno già…vedassi apple care…estensione garanzia di un anno=€79!
      O sbaglio?

      • Sbagli. L’apple care non è obbligatorio. i due anni di garanzia si.Se sono costretti ad aumentare la garanzia come penso, non c’è da sorprendersi se i melafonini costeranno di più.

  4. Io per alcuni dei prodotti di mamma Apple ho avuto la necessità di affidarmi al loro centro assistenza.
    Ipod rotto per non cura di mia figlia, restituito con tanto di incisione posteriore nuovo con garanzia scaduta pagando la metà del prodotto (e non è male considerando che potevo buttarlo via(Ritiro e sostituzione in 4 giorni).
    Iphone 3g 16 gb finito in acqua, quindi esente da garanzia, sostituito pagando il 35 % del prodotto nuovo. (ritiro e sostituzione in 4 giorni)
    Iphone 4 con difetto. Chiamata l’assistenza nel tardo pomeriggio, e sostituito il giorno successivo alle 10 del mattino tramite corriere (meno di 18 ore per la sostituzione).
    Non credo che nessuno che sia Samsung, HTC, o chi che sia possa avvicinarsi all’assistenza fornita da apple.
    Mai mi sono rivolto al rivenditore ma direttamente ad Apple…grande anche nell’assistenza.

    • Provate a chiedere a Samsung o a chiunque altro cosa vi risponde se il telefono vi cade in acqua!!!!!

  5. La denuncia è stata fatta ALL’antitrust e non DALL’antitrust.
    C’è una bella differenza.
    Più o meno come “Cane morde padrone” o “Padrone morde cane”!!!

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice