In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Jobs pensava di far entrare iPad nel giro d’affari dei libri scolastici



In concomitanza con la prossima uscita della biografia su Steve Jobs, continuano ad emergere particolari riguardanti i suoi progetti e le speculazioni riguardo i suoi interessi. Secondo le informazioni riportate dal New York Times, Steve avrebbe avuto intenzione di entrare nel mercato dei testi scolastici. L’idea era già chiara dal momento in cui il dispositivo è stato presentato ma ciò che emerge dai particolari della biografia restituisce un quadro più chiaro sulle intenzioni di Jobs.

Sembra infatti che Jobs avesse avuto diversi incontri con gli editori più importanti alla ricerca di una partnership con Apple. Se infatti fosse stata data via libera ai libri su iPad, gli editori avrebbero avuto l’opportunità di aggirare la certificazione statale sui libri di testo, potendo risparmiare una grande somma di denaro. L’intenzione di Jobs purtroppo non è stata portata avanti per l’aggravarsi della sua malattia ma è possibile che venga applicata in futuro.

Alcune scuole hanno già adottato iPad per distribuzione del materiale didattico, ma purtroppo la diffusione è ancora limitata. Uno dei motivi principali riguarda il costo del dispositivo che potrebbe risultare proibitivo per molti istituti e per molte famiglie nonostante l’uso di iPad potrebbe affascinare e attrarre maggiormente gli studenti. Al contrario, invece, andrebbe considerata anche la spesa totale dei libri per un corso di studi che sicuramente supera il costo d’acquisto di un iPad in versione base.

A questo, come abbiamo già avuto modo di far notare, si aggiungerebbe la comodità di trasporto di un solo oggetto rispetto a diversi libri. Restano da verificare le varie possibilità di svago e distrazione che iPad offre agli studenti che potrebbero distogliere l’attenzione dalle applicazioni dedicate allo studio e dai libri digitali. Adottare iPad nelle scuole avrebbe molti pro e alcuni contro da valutare in maniera approfondita.

A questo punto sarebbe interessante conoscere il Vostro parere. Secondo voi l’introduzione di iPad a livello globale sarebbe da vedere in ottica positiva oppure sulla bilancia trovereste una sproporzione tra pro e contro?

Via | ModMyi

677 Visite


11 Commenti

  1. Sono Davide, un ragazzo di 14 anni che al posto dei libri di scuola, da quest’anno utilizza iPad.
    Devo dire che mi trovo piuttosto bene, anche se per molti aspetti bisogna dire che i libri cartacei sono molto meglio.
    In ogni caso, non bisogna considerare l’ipad positivamente o negativamente, bisogna giudicare il comportamento di chi lo usa,es: metà della mia classe appena trova un minuto di tempo libero (o addirittura in lezione) si fa’ una bella partitina a modern combat all’insaputa della prof 😀

    • deve essere un’esperienza di studio davvero interessante ma mi sono sempre chiesto vi trovate meglio a prendere appunti a mano a sull’ipad??

  2. Il problema è l’eventuale problemi alla vista che si possono sviluppare dall’uso intenso di un monitor per leggere…
    Benefici economici non ne vedo visto che le case editrici non abbasseranno sicuramente il prezzo dei testi scolastici(visto il business che portano i libri scolastici).
    Punto a sfavore è anche l’eventuale rottura del dispositivo con costi che ne derivano..
    Unico punto a favore indiscusso è il peso dei libri eliminato!!!

    • danni alla vista per l’uso del monitor…povero chi lavora in ufficio allora…danni alla schiena quelli sono anche peggio…xkè si presume che uno a 10 anni non faccia ancora il manovale…avete visto che bibbie che hanno questi bambini…….

      ad ogni modo io non ricordo che durante la lezione stavo a fissare continuamente il libro piuttosto la lavagna e a scribacchiare qualcosa…

      sono stato fortunato a non avere prof che prendevano le parcelle dalle case editrici…facevano molto di testa loro seguendo il programma rigorosamente.

  3. Ragazzi credo sia una grande cosa io e i miei colleghi dell’IT ne parlavamo già un anno fa. Mia moglie insegna matematica alle superiori e vi garantisco che in alcuni istituti in genere tecnici e non voglio fare citazioni particolari, molti alunni sono degli animali. Io ai miei tempi non potevo permettermi di fare quello che fanno ora ma comunque vi erano dei momenti in cui ci si distraeva, quando il prof interrogava chi non si faceva una partitina a tris , in silenzio e di nascosto del prof. Oggi fanno di peggio e il prof non ha alcuna arma per fermarli e a peggiorare le cose c’è  che certa gente viene promossa ugualmente perché se in quella scuola “X” si boccia la gente non si iscrive non si riformano le classi e abbiamo insegnati a spasso e non solo. Mia moglie è precaria da +  di 13 anni e si trova con le mani legate quando in consiglio chiede di bocciare un alunno e il preside gli chiede di far diventare un 4 in 6; essendo precaria ha lavorato in diversi istituti dal liceo al tecnico ma i dirigenti danno sempre le stesse indicazioni. pre le stesse indicazioni. Il bello è che molti genitori di questi “animali” pensano che la scuola sia un luogo dove si insegna l’educazione e non la conoscenza. L’educazione si insegna ai figli alle proprie case è un compito dei genitori . La scuola è il luogo del sapere , di aggregazione e non di pascolo. Quindi che ben vengano i cambiamenti. E le case editrici producano libri in formato file da non + di 5€ a testo. I quaderni devono restare ci si deve esercitare imparare a prendere appunti, non confondete le due cose. Scusatemi se sono stato prolisso.

  4. Per colpa dei somari non castighiamo i bravi ragazzi che si impegnano sodo e che saranno il futuro della nostra Nazione.(non a detta del ministro dell’istruzione viste le molte scelte sciagurate e il lungo traforo dal gran sasso al CERN ) . Ciao

  5. Ciao ragazzi, vi premetto che probabilmente sono l’unico in Italia ad aver interrotto gli studi a 18 anni per poi ricominciare tutto d’accapo a 22 anni, frequentando regolarmente tutte le mattine, dal 1 superiore al diploma, il corso di studi. In parole povere, a 22 anni andavo a scuola con ragazzi di 14 e a 27 anni ho fatto la gita del quinto. Esperienza fantastica e che stra-consiglio a chi ha lasciato!!! Pochi conoscono la scuola come me! Da oltre un anno sono un felicissimo possessore di ipad 1 e sin dai primi giorni ho pensato a questa straordinaria possibilità. Secondo me, vista la carenza di fondi, il discorso purtroppo è piuttosto utopistico, ma mai disperare fino alla fine. A mio parere, almeno inizialmente ci dovrebbe essere un periodo di transizione, dove ad esempio, acquistando il libro cartaceo si ha diritto al libro digitale, un po’ come funziona coi cartoni blu ray (fanno anche fare il download a bassa qualità x ipad). Personalmente a casa utilizzerei il cartaceo e a scuola l’ipad. Sono convinto che l’interattività dell’ipad sia ancora molto da sviluppare e con i successivi prodotti, ben più potenti, anche le applicazioni diverranno ancora più interessanti.

  6. Sicuramente è Un prodotto eccezionale. Il problema è solo nelle mani di chi lo usa. Fiducia nei ragazzi a scuola? Mera utopia . È un vero peccato perché è unostrumento,eccezionale.

  7. Sarebbe la rivoluzione!!! Molto meglio dei libri!!!

  8. Ho un bambino di 10 anni e la mattina a scuola porta uno zaino dal peso che varia ma non scende quasi mai sotto i 10 kg. Lui ne pesa 26. Nell’etá dello sviluppo è chiaro che questo puó solo nuocere al fisico. Per me che uso l’iPad anche nel mio lavoro (listini, cataloghi, fatturazione e presa di ordini, comunicazioni alla clientela ecc.) risulta anacronistico a dir poco vedere questi bambini piegarsi in due sotto il peso dei loro libri. Preferirei spendere qualcosa di più anziché sapere che un giorno mio figlio avrà un ernia discale dovuta sicuramente anche al periodo scolastico. D’altronde finchè c’è questa gente nei nostri ministeri…La società si evolve anche tramite questi mezzi e la scuola non riesce a stare al passo.

  9. Steve vedeva bene in questo, già in usa tante lo stanno adottando, speriamo bene.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice