In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Il mio Steve Jobs | Riflessione personale



Chi vi scrive ha 37 anni suonati, chi mi conosce mi giudica stravagante e leggermente fissato con la tecnologia, chi mi conosce veramente pensa che sono un passionale, io amo definirmi “diverso”. Ma onestamente non sono migliore di tutti quelli che leggeranno queste poche righe.

Tutti noi ci sentiamo unici, particolari, folli, geniali, ma chi siamo veramente lo sappiamo solo noi. Personalmente i miei studi di psicologia mi hanno leggermente plasmato e avendo una visione tutta mia della vita preferisco non fermarmi mai sui falsi miti e cerco di scavare dentro le persone e di non cogliere solo l’aspetto superficiale dell’individuo.

Tutta questa premessa per dire che non bastano 2 paroline per farmi pensar bene di una persona, ma con Steve Jobs ho avuto modo di ricredermi. Lui era come tutti voi lo conoscevate o come sicuramente avrete letto da qualche parte….geniale, visionario, perseverante, maniaco, e poi la dote che onestamente gli invidiavo di più, era determinato. Essere determinati significa sapere quello che si vuole, e a questo mondo se esisteva una persona che sapeva benissimo quello che voleva sicuramente era Steve.

Non sono il custode della verità, e non voglio “insegnarvi” chi era Steve Jobs, quello che voglio dirvi è chi era per me Steve Jobs, e cosa ha rappresentato per me. Personalmente ha cambiato il modo in cui ascolto la musica, il  mio modo di telefonare, ha cambiato anche il modo in cui leggo un giornale o navigo per il web, oltre ad aver cambiato il mio modo di usare un PC, ora faccio tutto questo in maniera “differente”.

Io non ho mai conosciuto Steve Jobs, ma è da qualche ora che sento un vuoto dentro me che difficilmente riesco a spiegarvi, sarebbe troppo dire che ho perso un familiare, ma è come se una parte di me fosse cambiata per sempre…..ecco l’ultimo regalo di Steve Jobs, lui ha cambiato anche il mio modo di commuovermi.

7,235 Visite


92 Commenti

  1. cosa succederà????? il mondo andrà avanti lo stesso! da fan di apple sono molto dispiaciuto che sia morto. Però a venerarlo non ci penso proprio! Non è che regalasse soldi a chiunque… anzi i prodotti apple sono molto cari. quindi andiamoci piano. Sono altri i personaggi da venerare. dispiace a me, a tutti, però la vita va avanti lo stesso.

    • Condivido completamente il tuo pensiero. Utente Apple da 20 anni e tecnico Apple da 10. Steve jobs è stato un ideatore straordinario e lungimirante le sue intuizioni sono poi state realizzate da persone specializzate e tecnicamente molto più geniali. Il genio, se parliamo di realizzazione di qualcosa, è Steve Wozniak che dopo essersi accorto durante la competizione tra i teams Macintosh e Apple II che la Apple stava diventando una sorta di religione (setta) che plasmava le persone a piacimento di Jobs, ha lasciato (Wozniak) l’ azienda per fare altro. Il primo personal computer l’ ha creato Wozniak che deriso dalla Hp ha cofondato la Apple con Jobs. Apple sta diventando oltre che un fatto di moda una più pericolosa forma di religione. Ricordiamoci che tutto quello che produce è un mezzo, nient’ altro. Solo oggetti…

    • chi dovremmo venerare allora? facci un esempio!
      qui non si tratta di esagerare o meno nelle manifestazioni e nei sentimenti, si tratta semplicemente di rispettare e soffrire per la scomparsa di un uomo e di un cervello grazie al quale possiamo fare tante cose che ora ci riempiono la vita e che a molti hanno aiutato nel lavoro, nell’amore, nell’amicizia. parlo ad esempio del computer (che ha aperto le porte allo sviluppo della nostra società e che ti consente di scrivere il tuo commentino), dell’ipad (quante persone grazie all’ipad sono riuscite a dare una loro personale colonna sonora a momenti importanti della vita), dell’iphone (grazie al quali TUTTI stiamo avendo infiniti agevolazioni nella vita e nelle relazioni e senza il quale staremo ancora all’era dei nokia 8210), dell’ipad (è da un anno che sono andato via di casa e grazie a facetime riesco a sentirmi meno solo e a sentire vicini i miei cari)…

      io “venero” le persone che hanno influito nella mia vita!

      e poi se milioni di persone hanno oggi un vuoto al cuore non sarà una coincidenza e non saranno tutti folli…anzi forse proprio grazie a Steve lo sono un po’ di più

  2. i prodotti apple sono cari perchè hanno unq lunga lavorazione, i componenti sono sempre assemblati ordinatamente,tutti i prodotti hanno un enorme garanzia mentre aziende fanno fatica a dartela..sei ti si rompe un iphone te ne danno subito uno nuovo……..poi nn è l’unica cara perchè anche sony non scherza anzi forse uguale ma anche lei fa un ottimo servizio sulla garanzia

    • Esatto. Nel mio squallido “mondo” windows mi affido solo a DELL, 10 anni fa lavoravo a Kampala (Uganda) e mi si era rotto il notebook, dopo 2 giorni è venuto un loro tecnico in aereo dal Cairo ad aggiustarmelo gratis, avevo la garanzia internazionale…

  3. la qualità non è gratis

  4. ti quello che ho scritto, mi replichi con la garanzia apple :)
    mi da fastidio sentire certa gente dire “e adesso cosa succederà?”. ma cosa vuoi che succeda….. il mondo andrà avanti lo stesso con lui o senza di lui. Siamo in una crisi mondiale / epocale, e l’ultimo dei nostri problemi sarà quale cellulare o computer utilizzare. quindi ripeto: piano a venerare steve jobs!!!!

    • immagino avrai qualche anno in meno di me (48), vedi… quando ero giovincello ho preferito acquistare un catorcio di renault 4 (invece di una macchina bellina) per deviare il resto dei soldini su un Mac Plus, forse anche per questo provo per Jobs “un qualcosa” che di certo non provo per Rosi Bindi… comunque hai ragione: anche Gesù Cristo è morto 2000 anni fa (si dice) ed il mondo è andato avanti lo stesso.

  5. mi ricordo come fosse ieri il primo giorno che seduto ad una scrivania mi sono seduto davanti ad un Apple .. era il novembre del 1988, ne sono passati di anni e grazie a te il mio bimbo ha sulla scrivania il suo piccolo Pismo .. rimaneva incantato a guardare la mela illuminarsi .. grazie per tutto e per questi ricordi che mi accompagneranno sempre
    mike

  6. Grazie Steve, altro che venerato come dice qualcuno, sarai ricordato come uno dei massimi geni dell’umanità!!!

  7. jas, si va avanti ma difficilmente la apple trovera uno come lui capace di vedere il futuro con tecnologie avanzate

  8. Beh…. Luca (Gramiccia)… pensa che mi sento abbastanza triste anch’io, sebbene il mio ultimo Mac sia stato un SE-30 acquistato nel 1990 (forse 1991), costava 9milioni di lire più iva ma era una favola, un sogno… poi è iniziato l’incubo: il lavoro mi ha imposto MSDOS prima, e Windows dopo… forse è proprio per questo che mi sento triste, nella mente mi si è “stampato” il Jobs di 20 anni fa… amen.

  9. Arrivare a casa e aprire la scatola di un ipad o di un iphone mi riporta bambino quando aprivo i regali di natale la notte della vigilia…la Magia per mé é la stessa.Dite quello che volete di lui ma un “Grazie di tutto” è il minimo che gli dobbiamo.Superbella Steve

  10. Steve sei stato un grande. Una persona semplice con una mente brillante. Spero tu abbia lasciato in Apple il tuo segno per ancora tanto tempo. Continuerò ad essere fanboy di Apple ancora per molto finche i prodotti risplenderanno della tua genialità. Sono convinto che hai pensato anche al futuro.. Per molto tempo godremo delle tue idee! Eri troppo in gamba per non pensare alla nostra eredita! Complimenti per tutto quello che hai fatto e che ancora ci darai tramite le tue idee nei cassetti di qualche ufficio della Apple.. Se stato un grande e rimarrai tale nella mente di tanti!

  11. ripeto, non vorrei sembrare un insensibile… vi parlo da utente mac (dal g3). tra iphone, ipad, imac. ho convertito pian pianino in casa tutti i parenti ad usare mac. che lui stato sia un genio è vero… ma non era poi lui a metterle in pratica le idee, ma sono stati tanti altri suoi dipendenti. Da fan dei prodotti apple mi dispiace tantissimo che sia morto; però non condivido assolutamente il venerare una persona che ha pensato solamente al suo interesse/azienda. Poi farmi paragoni con Gesù. no comment. io sto zitto; non vi romperò più. Leggerò volentieri i vostri pensieri e considerazioni. Dico solo che bisogna volare più bassi e stare attenti con certe affermazioni.

    • magari in questo giorno certe affermazioni posso risultare “antipatiche” ma condivido quello che hai detto, bisogna moderare questo senso di venerazione non perchè Jobs sia da disprezzare ma perchè in fondo quello che ha creato sono degli oggetti materiali non dei vaccini contro il tumore o la cura dell’AIDS, io sono dispiaciuto nel dover vedere una persona cosi lungimirante e azzardata nelle scelte morire a soli 56 anni perche avrebbe potuto inventare le auto volanti uno di questo spessore mentale, ma dobbiamo pur sempre capire che in fondo la apple è una società che ha fatto dei computer il suo business seppur ad alti livelli ma sempre business è.

      • Cosa stai dicendo !!! La medicina progredisce perche la tecnologia lo permette senza computer non esisterebbero TAC – PET …e qualsiasi macchinario medicale.”…… Pazzesco quello che state dicento tutti….

        Steve jobs sei il mio Dio !!! Grazie per quello che hai fatto …

    • NO-NO… forse sono sembrato aggressivo ma ti giuro che non voglio “zittire” nessuno! Ogniuno nella vita da qualcosa alla societa’, sia chi inventa il mouse, chi trova un rimedio per il cancro, chi piu’ umilmente fa il manovale ecc. Solo che non fa niente (e sono in tanti) e’ socialmente inutile, ma se mi porti sul piano dell’operato svolto per il solo “vile denaro” allora posso replicare che anche chi fa ricerca sul cancro forse svolge detto lavoro solo per denaro, idem chi fa il militare in Afganistan, chi fa il cardinale, ecc… Vedi… io NON “venero” nessuno pero’ non ho problemi a dire che mi dispiace un sacco che Jobs sia morto, e nemmeno a dire che se a tirare lo cuoia fosse qualcun altro (che so io) organizzerei un festino… cinico, ma sincero (sempre). Ciao.

    • DIMENTICAVO.. quando Jobs ha inventato il mouse dall’altra “parte” (MSDOS) si modificava il file autoexec.bat per creare un menu atto a lanciare i vari programmi semplicemente schiacciando 1-2-3… Poi con NeXT ha inventato una macchina potentissima, che non ha avuto successo solo perche’ il “mercato” NON offriva programmi PIRATATI!!! Ecco a cosa deve il suo successo Microsoft: AI PROGRAMMI PIRATATI!!! La storia piu’ recente la conosciamo tutti, e spiega perche’ sento di dovere a Jobs non solo simpatia e stima, ma anche gratitudine poiche’ uso le sue “macchine” SOLO per il mio PIACERE (anche Linux), mentre uso Windows SOLO per DOVERE (per lavoro, smarronando parecchio).

      • Jobs non ha inventato il mouse, è una idea che gli è stata letteralmente regalata dalla Xerox che lo omaggiò anche della GUI.

      • Il primo mouse era di legno. Il suo inventore, Douglas Engelbart, lo ideò e realizzò nel 1963. Al posto degli attuali laser/LED/sfera iper tecnologici, utilizzava dei dischi metallici per determinare gli spostamenti sul piano di lavoro, e poteva muoversi solo in orizzontale e verticale..
        In realtà però, il “progetto” rimase in sordina finchè qualche anno più tardi un altro americano, Bell English, riprendendo i progetti di Engelbart e perfezionandoli, riuscì a renderlo utilizzabile in ambito pratico.
        Successivamente ne vendette il brevetto alla Xerox, per cui iniziò anche a lavorare, realizzando nel 1973 il primo mouse con “pallina”. Il mouse spiccò definitivamente il volo quando Steve Jobs della Apple Computer ne vide una dimostrazione pratica e decise di acquisirne i progetti e dotare di mouse il loro primo modello di Personal Computer, “Lisa“, e successivamente sul “Macintosh” e su tutti gli altri modelli seguenti, fino ad oggi,dotazione standard di tutti i computer in commercio! Questo dimostra come disse in teoria Pablo Picasso che: “Il bravo artista copia, il grande artista ruba” e lo hanno fatto tutti…

      • Grazie delle info! Non lo sapevo, il mio primo passo informatico è stato Apple II Plus e di mouse non c’era l’ombra, poi IIe del quale ricordo il tastierino numerico esterno, poi Mac Plus, e li c’era il mouse, quindi Mac SE30 e con quello è finito il mio idillio: sono passato a MSDOS… ma forse già il IIc aveva il mouse, ora cerco su internet un po di preistoria informatica (solo 20-25 anni fa)… ciao. PS: che “ossi” erano i primi “serie II”, a mio parere la vera rivoluzione è nata con il Mac Plus.

  12. Comunque sia la scomparsa di Steve ha sicuramente lasciato un vuoto.
    Ognuno interpreti pure come gli pare ma il suo genio ha indiscutibilmente cambiato il mondo in cui viviamo.
    A me personalmente mancherà.
    Addio Steve e grazie di essere esistito.

  13. Mentre guardavo in un blog ho letto una dedica bellissima:
    Ci sono state 3 mele importanti nella nostra vita, la mela di Adamo ed eva, la mela di Newton e la mela di Steve Jobs.

  14. Concordo pienamente su ogni singola parola espressa in questo post di Luca. Stiamo parlando di un rivoluzionario della tecnologia, basti pensare che le “APP” stanno piano piano cambiando il modo di vivere. Per esperienza personale posso dire che un Iphone mi ha cambiato la vita, un apparecchio telefonico che… musica, giochi, internet, insomma Tutto e di più !!! Grazie Steve

    • cioè non avevi mai usato uno smartphone prima… 😉

      iphone é stato un ottimo prodotto (il multitouch eccezionale!) ma se prima col lo smartphone windows facevo tutto quello che hai menzionato “musica, giochi, internet” in più potevo anche fare il checking online… invece con l’iphone non posso farlo perché.. non supporta flash!

      Lo so che non é questo l’argomento di discussione ma quando leggo simili inesattezze (rivoluzione tecnologica perché grazie a Steve posso usare il telefono per navigare etc.) ci tengo a correggere un attimino il tiro, esattamente come credo lo dovrebbe correggere l’autore dell’articolo, qui stiamo parlando di un tragico evento accaduto ad una persona, non ad un messia! :-)

      • APPLE è PASSIONE…!!! confrontare un smartphone windows e un Iphone non lo si può fare…due mondi diversi..!!! inoltre qui non si stà elogiando Steve J. come il messia…si stà parlando di una persona che ha fatto tanto, se le persone sono cosi affezionate c’è un motivo 😀

      • Claudio, torno al discorso PIACERE/DOVERE: io uso iPhone/iPad per mio PIACERE ed un HTC-HD2 per DOVERE in quanto mi è indispensabile un software che opera in windows mobile. Ti dirò che HTC è molto meglio di iPhone come telefono, è molto più sensibile, riceve dove iPhone non riceve. Però l’HTC lo spengo appena ho finito il lavoro, l’iPhone e l’iPad NO, non li spengo mai. A mio parere è questo semplicissimo aspetto che distingue i prodotti Apple da quelli del resto del mondo (opinione personale ovviamente) e la massima genialità di Jobs sta nell’averlo capito e galvanizzato.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice