In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Il Dipartimento di Giustizia degli USA vuole utilizzare un video di Steve Jobs come prova contro Apple



La questione e-book si fa sempre più fitta, e come abbiamo detto un paio di giorni fa, il Dipartimento di Giustizia degli USA intende utilizzare un’e-mail che l’ex-CEO Steve Jobs inviava agli editori per convincerli a sottoscrivere un contratto su iBookstore, in cui sono steate utilizzate alcune parole che lasciano pensare alla vera e propria creazione di cartello. Oggi lo stesso Dipartimento ha deciso di utilizzare allo stesso modo, un video di una breve intervista di Walt Mossberg a Jobs relativa proprio all’avvento degli e-books.

Intervista Steve Jobs

Come ben sappiamo, il Dipartimento di Giustizia americano, affiliato a svariati altri organi, sta portando avanti quella che per Apple, e altri editori, potrebbe essere un capitolo davvero spiacevole. La società di Cupertino è accusata di creazione di cartello in sfavore di Amazon, che fino a due anni fa (ma ora non è da meno) ha svolto il ruolo di leader di mercato nel mondo degli e-books, e questo a Jobs non andava tanto a genio.

Da qui nacque l’idea di aprire un “iBookstore”, e per fare ciò l’ex-CEO di casa Cupertino contattò svariati editori, esponendo la situazione del momento e le scelte che avevano, spingendoli comunque a passare ad Apple per la creazione di “un mercato diverso sugli ebook”, senza azionisti, con guadagli costanti. Nella vicenda è prevista la collaborazione di altri editori ovviamente, tra cui Hachette, Simon & Schuster e HarperCollins che hanno già trovato un accordo col governo, e MacMillan e Penguin, che insieme ad Apple negano l’assoluta esistenza di un cartello sugli e-books.

Il video che il DOJ vuole utilizzare come prova risale al 27 gennaio del 2010, giorno in cui veniva lanciato sul mercato il primo iPad. Nel seguente file multimediale è contenuta un’intervista di Walt Mossberg (di “The Wall Street Journal”) al caro amico Steve Jobs, che tratta proprio dei libri in formato digitale. A seconda dell’interpretazione, le risposte del genio della Mela possono sembrare quelle di un previdente genio di mercato, ma anche di qualcuno che sta tramando qualcosa, e indirettamente l’anticipa.

La domanda cardine posta da Mossberg si basa sulla richiesta di motivazioni per le quali un utente dovrebbe scegliere di acquistare un libro sullo store Apple a 15$, e non su quello Amazon, a 10$. Jobs risponde dicendo che “I prezzi saranno presto allineati”. Cosa voleva dire? Supponeva un successo legato alle vendite dei tablet, e degli altri iDevice, oppure aveva informazioni privilegiate relative alla creazione di un cartello?

Lo sapremo presto. Il DOJ ritiene il video una prova schiacciante dell’accaduto e del coinvolgimento proprio di Steve Jobs in tutta la vicenda. Per adesso vi mandiamo al video disponibile cliccando qui.

Via | Electronista

813 Visite


1 Commento

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice