In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Il digitale fa diminuire il costo dei programmi per Mac



Con il lancio del nuovo Mac App Store stiamo assistendo ad un fenomeno molto particolare, che non è passato inosservato ai nostri utenti. Tutte le applicazioni ufficiali di Apple infatti, oltre ad essere vendute singolarmente, hanno un prezzo decisamente inferiore.

Le 3 applicazioni principali di iLife infatti, hanno un costo di 11,99€ ciascuna, contro i 49€ del package classico, disponibile sullo Store.

La suite iWork invece, ha un costo complessivo di 48€ contro i 79€ del package classico.

Lo sconto più eclatante però riguarda Aperture, il magnifico programma di Apple per la fotografica. Il costo infatti passa da 199€ a soli 62,99€.

Tuttavia nel Mac Store non tutti gli sviluppatori sono della stessa idea. Probabilmente ognuno cerca di approfittare di questo “boom” iniziale per guadagnare qualcosa in più, lasciando lo stesso prezzo o addirittura aumentarlo! (per fortuna questo accade in rarissimi casi). Speriamo che Apple sia di esempio e lanci questa “nuova tendenza” poichè grazie ad una migliore distribuzione ed una maggiore visibilità, la vendita dei software è stata notevolmente semplificata ed i benefici di tutto questo dovrebbero coinvolgere non solo gli sviluppatori ma anche gli acquirenti, che di conseguenza si troverebbero a spendere meno soldi per effettuare gli acquisti.

1,837 Visite


19 Commenti

  1. Mi spiegate perchè non riesco più a entrare su ispazio e leggo tutti gli articoli su ipadevice???? Che è successo a iSpazio??
    …odio essere reindirizzato ad altre pagine!

  2. Emmadonna, state tranquilli! Avranno dei problemi che sicuramente staranno cercando di risolvere. Ma che impazienza e scortesia! :(

  3. Il prezzo è depurato di tanti costi che a volte noi non comprendiamo ma che invece esistono e fanno lievitare all’utente finale la cifra da sborsare.

    Il modello app store fa guadagnare soldi a tutti, è un SERVIZIO per NOI e per gli SVILUPPATORI che non devono preoccuparsi tanto di confezioni, pubblicità, gestione acquisti ecc.

    Era da tempo che si aspettava una cosa del genere e credo che non mancherà molto che anche programmi PRO appariranno con le loro pagine dedicate visto che questi soffrono di una rete di distributori spesso troppo onerosa, poco gestibile e soprattutto differente da paese a paese.

    Io che uso programmi CAD vorrei vedere sparire in particolare un distributore (monopolista) di cui non faccio il nome, ma che è di una maleducazione e …. mmmm lo odioooo

    A parte la battuta tra 3 anni saranno i commercianti a non vendere più una cippa di software, questo sistema si estenderà a macchia d’olio anche agli altri SO.

  4. stiam andando sempre più avanti verso la digitalizzazione, in fuuro i computer avranno un hdd che consenta di installare solo OS.

    Ma se venisse gettata una bomba (cosa potenzialmente possibile) sui server, quandi danni sumi subirebbe? in primis le grandi aziende!!!

    • scusate ho scritto veloce…

    • c’è il backup

    • Le grandi aziende per questo tipo di applicazioni hanno i datacenter di backup.. tutte le operazioni vengono effettuate in contemporanea su 2 datacenter, distanti anche fisicamente in modo che se succedesse qualcosa a uno (guasto, evento naturale, incendio….) l’altro resterebbe comunque online…

    • Ahahahah.. me fai morì!

    • Proprio perchè siamo piu’ verso la digitalizzazione non si userebbe piu’ una bomba ma un bel EMP ;=)

  5. Io eviterei proprio di dire che l’AppStore per Mac porterà visibilità agli sviluppatori. Se diventerà come quello per iOS, sarà impossibile farsi vedere dai consumatori, per fortuna non sarà l’unico canale di vendita. Sarà anche una bella idea l’AppStore, ma devono trovare un modo per dare più visibilità ad ogni sviluppatore. E parlo da sviluppatore.

  6. Beh insomma, io la vedo diversamente… Innanzitutto ho visto troppe applicazioni che sono semplici porting di app per iOS (vedi Angry Birds) costare 5 volte di più, poi credo che quella di Apple sia semplicemente una mossa per dare appeal allo store: digitalizzazione o no, il ribasso stratosferico di Aperture non può essere giustificato semplicemente dal fatto che non ci sia un dvd fisico, che esso stia in un magazzino e che debba essere spedito.

    • Guarda che Angry birds costa come su iPad.. mica 5 volte in più.. se vogliamo essere precisi e veritieri senza sparare mxxxa a casaccio!
      I costi di Aperture posso essere dati che non c’è più una catena di masterizzazione, trasporto (da azienda di masterizzazione a magazzini, da magazzini a negozio), tasse su smaltimento di rifiuti, percentuale dei rivenditori (Anche in un Apple Store, i commessi vanno pagati no? E quindi oltre il ricavo di casa madre Apple, c’è anche il ricavo dell’Apple Store stesso o del rivenditore come FNAC o Saturn) oltre costo affitto locale, luce e riscaldamento. Il risparmio è molto se prendiamo calcolatrice alla mano. Poi per vendere programmi come Aperture che usi una volta nella vita (intendo il cd di installazione) mi sembra anche una bella cosa dal punto di vista ecologico.

      • Già ,a io facevo riferimento al costo su Apple Store Online, che è un negozio diretto di Apple (ed essendo un sito ha costi di gestione irrisori rispetto ad un negozio) 😉

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice