In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Home button e il nuovo iPad: è davvero un tasto di troppo? | Riflessioni personali



Scorrendo varie notizie, mi è capitato tra le mani un’interessante, quanto criticabile, articolo di un noto giornalista del New York Times, Nick Bilton, il quale conferma a gran voce l’inutilità del tasto home aggiunto anche al neo arrivato in casa Cupertino. Il suo saggio mi ha fatto riflettere: il nuovo iPad, ha davvero un tasto di troppo? 

 

Nick Bilton ha recentemente visto pubblicato sul celebre New York Times, un suo articolo trattante la vera utilità del tasto home. E’ davvero indispensabile?

Bilton ha trascorso un’intera settimana senza usare il tasto home, ne per uscire dalle varie app, ne per passare da una all’altra, cercando di sostituirlo con le varie funzioni che Apple aveva già reso note lo scorso anno ai tester, e rese ufficialmente disponibile con l’aggiornamento all’iOS 5.0 per iPad. La conclusione del suo esperimento è stata per lui positiva: Nick si è innamorato di un’inesistente iPad senza tasti.

Ora, letto l’articolo, la mia prima reazione è stata: follia, seguita da una contrazione simultanea del 90% dei muscoli mimici facciali. In un secondo momento invece, dopo un lungo periodo di indecisione, ho optato per testare personalmente, come Bilton, la vera funzionalità dell’home button. La mia intenzione iniziale era quella di passare due settimane senza usare il tasto home, coprendolo con un nastro adesivo nero (leggendo il mio articolo scoprirete come si è conclusa la vicenda).

Alle 8.15 di un pigro lunedì mattina è iniziata la mia settimana di astinenza dal pulsante fisico. Dopo le giustificabili osticità iniziali, devo ammettere che in poche ore sono diventato davvero bravo nell’utilizzo delle gestures alternative. Le nuove funzionalità mi hanno particolarmente colpito per la loro efficacia e rapidità. Raramente ho ceduto ed utilizzato il tasto home, e mi è sembrato davvero gratificante essere in grado di jumpare tra le varie applicazioni e accedere alla barra multitasking, tramite un semplice swipe di dita.

Davvero un’ottima introduzione, e sotto molti punti di vista sono completamente d’accordo con Bilton, che, specialmente dopo un periodo di prova, sostiene che non si riuscirà a smettere di usare le nuove gestures.

Bene, quel pigro lunedì mattina che vi accennavo poc’anzi, purtroppo è quello appena trascorso. Dopo sole 24 ore il nastro adesivo è finito bruciato nel camino, accompagnato da malefiche risate di sottofondo. Onestamente le nuove gestures le trovo per lo più divertenti. Nonostante la funzionalità tocco a quattro dita sia davvero imbattibile e la sensibilità dello schermo Apple sia pressochè impeccabile e direzionalmente perfetta, l’utilità delle nuove funzioni cade inesorabilmente allo scontro con l’abitudine.

Quando infatti, durante il mio lunghissimo periodo di prova, ero distratto e non pensavo alle azione che sarei andato a compiere, mi abbandonavo alla comodità e alla semplicità di chiudere il mondo, cliccando semplicemente un bottone, il mitico home button.

Inoltre un’imperfezione minore è riscontrabile nella funzionalità ‘close app’, il gesto necessario non è affatto comodo, anzi mi è capitato di vedere gente ingrifarsi, sforzandosi di riuscire ad utilizzarla. Questo ci porta dunque ai problemi derivanti da un iPad senza pulsanti fisici.

Se il nuovo iPad finisse infatti nelle mani di un utente che non abbia mai visto ne toccato un tablet, le gestures non verrebbero nemmeno notate, e anche se Apple dovesse istruire con note d’aiuto al momento dell’avvio i propri consumatori, sono sicuro che più della metà degli utenti si troverebbe davvero male.

L’eliminazione dell’home button significherebbe, a mio parere, un drastico crollo della facilità di utilizzo della quale il nuovo iPad ora gode. Mi è capitato di vedere bambini e anziani maneggiare la tavoletta Apple con disinvoltura, e la loro attenzione è subito attratta proprio dal pulsante. L’home button gli dona un senso di orientamento, specialmente nel disperato tentativo di tornare dove si trovavano.

Bilton, non contento, nel suo saggio ha anche approfondito l’opzione di eliminare dal prossimo iPhone il tasto home, sostenendo che sia realizzabile un sistema di navigazione simile a quello applicato all’iPod Nano. All’iPod Nano? La scatoletta con quell’interfaccia orribile dovrebbe fungere da ispirazione per il prossimo iPhone? Speriamo vivamente che Cook legga il New York Times, almeno apprende ciò che non deve assolutamente essere fatto. A mio modesto parere il tasto fisico presente sull’iPhone svolge le stesse funzioni che offre su iPad, concedendoci di utilizzarlo con la consueta comodità e familiarità, sia in tranquillità sia nella frenesia di tutti i giorni.

Detto ciò concludo, scusandomi qualora vi avessi annoiato, sottolineando il succo del discorso: il nuovo iPad può davvero essere utilizzato da chiunque, grazie sopratutto alla fisicità dell’home button, in grado di offrire familiarità e facilità d’utilizzo proprio attraverso il tatto, correndo in aiuto alla mobilità, non sempre eccellente, delle dita di persone anziane o troppo grosse. 

Inoltre, è solo un pulsante, e non è nemmeno brutto a vedersi. Perché eliminarlo? Perchè cercare in tutti i modi di sostituirlo? Voi cosa ne pensate? E’ davvero superfluo l’home button nel nuovo iPad, o rappresenta invece un’icona dalla quale molti delle concorrenza prendono ispirazione? Fateci sapere la vostra tramite un commento.

3,008 Visite


30 Commenti

  1. Davvero gran bell’articolo, non se ne vedono tanti in giro di così interessanti, ben scritti e riflessivi!
    Bravo Luca 😉

  2. Dovrebbero semplicemente renderlo touch, senza la necessità della pressione fisica con relativo meccanismo che alla lunga s’inceppa.

    • Esatto!

    • Assolutamente no! se fosse touch vi immaginate quante sfiorate involontarie e mentre stai li a battere l’ultimo record di fruit ninja in multiplayer 😛 ti si chiude l’app……..
      Se ci deve essere che sia fisico e poi scusate ma io non ne ho mai rotto uno in 3 anni che uso idevices, in tutte le cose ci vuole la giusta cura!

      • Beh sai… C’è da dire che io ne ho sempre avuto molta cura ma quando introdussero il multitasking su iPhone mi si ruppe nel giro di un paio di mesi!

        Non capisco perchè su iPhone non venga introdotta una gesture!

      • Uhmmm… dovrebbero implementare anche la possibilità di disattivarlo… ma a quel punto le gesture multitouch sarebbero ancora più penalizzanti per giocare…

  3. personalmente, se di statistiche si può parlare, sto al 50%…
    la metà delle volte faccio tranquillamente a meno del tasto home su iPad, ormai le gestures mi sono entrate nel dna. Poi certo, dal momento che il tasto è sotto gli occhi qualche volta lo uso..
    per Iphone invece no, è ancora molto pratico. (malgrado abbia il jb..)

  4. Io, da quando esistono le gesture multitouch, non ho praticamente più usato il tasto home sul mio iPad.
    Quindi sarei d’accordo ad una sua eventuale eliminazione.
    I tasti fisici a mio avviso sono più soggetti ad usura e danneggiamento e in passato ho avuto problemi proprio col tasto home del mio vecchio iPod touch 3G (poi comunque prontamente sostituito).

  5. Dato che il tasto home a lungo andare si rompe… vedi problemi con iphone… è molto meglio imparare ad usare le comodissime gesture.. anche perchè sono poi 4… l’unica cosa che non so stato in grado di fare senza bottone è cancellare un app… o meglio x cancellarla non c’è problema ma poi senza bottoni non si può far smettere di “vibrare” le app presenti e ricominciare ad usare l’iPad. dopo che mi sono cmq abituato alle gesture mi vien sempre da farlo pure con l’iPhone ma purtroppo non si può :(

  6. io non utilizzo ne il tasto home, ne il tasto volume, ne il tasto Blocca rotazione/silenzioso. una volta imparate le gesture il tutto mi viene in automatico. (ovviamente solo su ipad, su iphone è impossibile utilizzarle).
    il tasto power per forza deve esistere quindi lo considererei l unico indispensabile.

  7. Il taste home NON E’ INDISPENSABILE!!!
    Da quango le gestualità si sono moltiplicate con l’avvenire del sistema operativo IOS5 l’accesso alla barra multitasking, l’eventuale chiusura delle applicazioni o il passaggio tra un applicazione e l’altra aperta è davvero diventata facile e immediata.
    Io non utilizzo il tasto home da quando ho aggiornato ad IOS5 il mio ipad 2 e devo dire che io il mio ipad lo uso tutti i giorni in università per prendere appunti, consultare e sottolineare dispense ecc.

    Spero sinceramente nel prossimo ipad che sia sottile ad alta definizione come il Nuovo ipad e con processore Quad Core (non solo quello grafico) e con lo schermo presente in tutto il dispositivo … insomma senza la cornice nera o bianca.

    Si accettano Critiche o considerazioni

    • Esteticamente piacerebbe molto anche a me un iPad senza cornice, come alcuni mockup fatti all’inizio, ma sarebbe impossibile da usare. Alla lunga il bordo serve per impugnare l’iPad senza pressioni involontarie sullo schermo.

      Per quanto riguarda il tasto nome, sono d’accordo con l’autore dell’articolo, ma vorrei anche io che diventasse a sfioramento e non più meccanico, gli si potrebbero dare più funzioni tra l’altro, ad esempio per lo scroll delle pagine ecc ecc

    • Per ridurre la cornice basterebbe che rendessero insensibile al tocco il perimetro dello schermo, anche solo per 5 millimetri (più magari altri 5 di cornice, o 7 e 3).

  8. Articolo interessante, io spesso ho visto persone usare il tasto home quasi come la crocetta per chiudere le finestre. Molti, per passare da un menu all’altro non usano il back e forward (anche nella navigazione) ma chiudono e riaprono le app da poco esperti, spesso persone con un’età più avanzata. Il bottone, come dici nell’articolo, è una via di fuga per tornare dove si era all’inizio infatti!

  9. Si e l’hard reset se mi serve farlo me lo fanno quelli del New York Times senza tasto home???

  10. non è vero che l’interfaccia grafica dell’ipod nano è orribile U.U, è chiaro che su iphone sarebbe impossibile da realizzare lo swipe (mentre giochi a fruit ninja sarebbe la fine). Ma su ipod è funzionalissima!

  11. serve solo x mettere l’ipad in DFU!!!

  12. Io uso le gestures dal primo giorno che ho l’ipad. Ho le dita abbastanza grosse, essendo in operaio, e devo dire che mi trovo benissimo senza usare il tasto home. Il problema che potrebbe nascere per il mio utilizzo di iPad, alla mancanza del tasto home, è quello di non poter più ” fotografare ” le scermate, e di dover essere costretto a bloccare l’ipad per uscire dalle icone tremolanti quando creo delle cartelle.
    Per il resto il stato home per me non serve a Nulla…

  13. Io credo di averlo usato una decina di volte 😀 solo quando alcune gesture non vanno perché l’app ritarda a rispondere… A tutti i clienti che ho mostrato queste gesture le usano e nemmeno ricordano a che serve il bottone home… Chissà come ma per quasi tutti è più semplice ricordare una gesture intuitiva che premere un pulsante :)

  14. Quello che hai scritto Luca nell articolo è sensibile e lungimirante:l iPad è un prodotto di massa e nn solo per smanettoni che hanno una naturale propensione ad “ottimizzare”.Pensiamo al signore di una certa età(ne ho visti tanti)o alla mamma nn particolarmente avvezza alla tecnologia touch:il tasto Home rappresenta la “la familiarità e semplicità”,allora perchè toglierlo,dà forse fastidio a qlno?Quando facciamo una considerazione ad ampio spettro come questa nn riduciamola a qualcosa di personale,guardiamo in “profondità”,nn ci siamo solo noi..sapete

  15. Per me il tasto Home su iPad (sebbene ancora lo usi) in alcune condizioni è diventato scomodo, mi capita, giocando o leggendo che a volte lo prema per sbaglio ruotando lo schermo. Una sua eliminazione renderebbe più bello il design e permetterebbe di ruotare con maggiore disinvoltura il dispositivo senza preoccuparsi troppo a dove “si mettono le mani”.

  16. Scusate ma mi trovo in completo disaccordo!

    Da quando ho comprato il mio nuovo iPad (preso il primo giorno) non o mai utilizzato il tasto home e raramente quello di standby, dato che ho una Smart cover (ma questo è un altro discorso.
    Sinceramente le gesture le trovo facilissime e comode nell’utilizzo quotidiano.

    Discorso diverso per l’iPhone data la grandezza dello schermo anche se gesture stile iPod nano mi piacerebbero assai!

    Detto ciò, spero in un futuro senza tasti!

  17. Luca…ci tengo a farti i miei complimenti….articolo scritto bene e ottimo spunto di riflessione 😉
    Veramente bravo.

  18. È l’unico tasto frontale presente, perché toglierlo

  19. Quotidianamente non lo uso più da un bel pò (trovo talmente tanto comode le gestures che quando con il 5.0 le tolsero dall’iPad 1 dovetti per forza ricorrere ai vari tip per riattivarle)
    Sono immensamente più veloci e comode.
    Detto questo, non toglierei mai il pulsante Home, serve ancora, sia per fare dei semplici screenshot (ma molto probabilmente il tizio americano dell’articolo non sa nemmeno che si possono fare) ma soprattutto come tasto di emergenza, quando si blocca qualcosa è l’unico tasto che funziona sempre, le gestures vanno a farsi benedire quando un’app non risponde più…

    Inoltre è anche l’unica cosa in comune tra tutti i dispositivi iOS, quindi crea quel qualcosa tipico dei marchi di fabbrica.

  20. Il tasto home lo manterrei solo se mi assicurassero di non dover cambiare ipad ogni due mesi per tutta la durata della garanzia.
    Il problema non e’ se vada bene o meno, il problema e’ se funzioni o meno. Un tasto fisico che si rompe perde qualsiasi funzione.
    O ne progettano uno resistente all’usura o non capisco di che parliamo.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice