In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Foxconn: un ingegnere di 25 anni si toglie la vita



Il 2011 si apre nel peggiore dei modi per Foxconn. La scia di suicidi che ha reso tristemente famosa l’azienda cinese, purtroppo non si è fermata con il nuovo anno: questa volta però, a togliersi la vita non è un operaio, ma un ingegnere di 25 anni che svolgeva mansioni d’ufficio.

Wang Ling – questo il nome della ragazza – si sarebbe tolta la vita lo scorso 7 gennaio in seguito alle pressioni ed agli insulti di un suo superiore, ma non è tutto: pochi giorni prima del suicidio l’azienda ha fatto ricoverare la dipendente in un ospedale psichiatrico, dove è stata dichiarata schizofrenica.

Secondo quanto si legge su cultofmac, pochi giorni prima di gettarsi nel vuoto, Wang Ling aveva ricevuto una lettera di licenziamento: nel chiedere spiegazioni ad un suo superiore, la ragazza è stata coperta di insulti e portata addirittura all’isteria.

Riusciranno mai a risolvere questa assurda situazione?

1,078 Visite


23 Commenti

  1. “Riusciranno mai a risolvere questa assurda situazione?” “No…”

  2. quelle non sono fabbriche. Sono città fabbriche. La gente vive dove lavora, dorme dove lavora. Mio cugino e’ andato alla foxconn quando lavorava per la motorola. Ha detto che è una cosa indescrivibile. Si dovrebbe iniziare a portare un po di umanità li o iniziare a produrre altrove.

  3. certo che i sindacati esistono dappertutto tranne dove servirebbero di più, chissà perchè…….

  4. Queste non sono fabbriche, sono lager!

  5. RIP per la ragazza. Inquietante l’immagine postata.

  6. E poi allo stabilimento mirafiori si lamentano di 10 min di pausa tolti a fronte di 1 miliardi di euro d investimenti..bah..
    Guardate in Cina x vedere dove porta il comunismo! Delinquenti!

    • comunismo in cina? è rimasto solo il nome…

    • Grazie per la tua manifesta ignoranza.
      Ora cerca su Wikipedia il comunismo. E dopo magari scaricati il contratto di Mirafiori.
      Ma LEGGILI, non osservare lo schermo o guardare il telegiornale e pensare che tutto quello che dicano sia oro colato (dato che TUTTI i telegiornali sono di parte).
      Dopo se vuoi torna a fare “mea culpa” 😉
      Ti faccio un piccolo spoiler: in Cina non c’è mai stato il comunismo (a dir la verità il comunismo non è mai stato applicato nella realtà poichè utopico), a meno che tu per comunismo intenda dittatoria (quello che davvero c’è in Cina). Scusa se ti ho rovinato una delle due sorprese… Almeno il contratto di Mirafori te lo lascio leggere da solo :)

      Solo su una cosa hai ragione: quelli della Foxconn sono dei delinquenti.

      • GRANDIOSO, LA CINA NON è MAI STAT COMUNISTA….GRANDIOSO!!!
        Finiamola qui, per favore

      • Perchè da quando in qua il comunismo non è dittatura? E si dà pure degli ignoranti agli altri… Ma che vergogna…

      • Il comunismo è un’ideologia che riguarda la società e sopratutto il modello economico, NON il modello di governance del paese. La dittatura è solo una CONSEGUENZA (T. … il comunismo non è dittatura) del comunismo perche questo prevede appunto la gestione centralizzata, da parte dello stato, delle risorse. Quindi chi guida lo stato ha il potere totale e si trasforma quasi sempre in dittatore. Ma la dittatura, come sapete, ci può essere anche senza comunismo. Ora, in Cina è chiaro che c’è la dittatura ma (ed in questo Mac ha ragione) non vuol dire che ci debba essere anche il comunismo. La cina infatti presenta una forma di capitalismo molto controllata dallo stato. In passato infatti sono stati comunisti come forma economica ma questa non ha funzionato. Successivamente (anni 80-90 credo) i leder cinesi hanno modificato in maniera soft e graduale l’economia da comunista a capitalista.

      • Innanzitutto datti una calmata.
        Il contratto di mirafiori l ho letto tutto per tua informazione, e personalmente non ho trovato nulla di così dannatamente “capitalista”.
        Piuttosto t invito a farti una cultura economica e a capire che in futuro, si parla di tempi piuttosto brevi, nel mondo rimarranno circa 4/5 produttori di auto, e se T”INFORMI scopri che la Fiat è si la 74 azienda più grande del mondo con i suoi 55miliardi di euro l anno ma è circa un terzo dei colossi mondiali del settore auto. Quindi trai le tue conclusioni..
        Se vogliamo che in Italia rimanga il lavoro come lo conosciamo dobbiamo capire sono necessari investimenti ed alleanze con aziende straniere, come nel caso di mirafiori.. E se nel mondo la gente lavora a certe condizioni (parlo di stati uniti, germani a e Francia non Cina) non vedo perché in Italia non si possa fare altrettanto per cercare di rendere la seconda azienda piu grande d Italia un organizzazione in grado di competere e difendere il nostro paese anche nei prossimi anni.
        T invito inoltre ad informarti su una certa teoria della convergenza dei prezzi per capire meglio.
        È grazie alla gente come te che non vede un cm piu del suo naso che il nostro paese rischia di diventare l ospizio del mondo.
        Tanto per correttezza storica, estremismi come il comunismo, fascsmo ed altra merda simile non hanno portato altro che danni.
        Quindi a mio parere estremismi come quelli della FIOM VANNO condannati. Ci vuol buon senso, studio e realismo.

      • Il Comunismo non può esistere a questo mondo, perchè le persone sono avide, corrompibili troppo facilmente e di idee e convinzioni volatili.
        Quello che si è spacciato per comunismo in questi anni, in realtà sono distorsioni di questo, meglio conosciute come dittatoria.
        Se la Cina fosse stata davvero comunista, lì sarebbe il paradiso in terra. Non lo è affatto. Ergo la Cina non è mai stata comunista (così come non può essere stato in alcun posto poichè l’ideologia comunista è sinonimo di paradiso, eguaglianza sociale, economica, sostanziale di tutti).
        Abar, io sono di filone capitalista/finanziario (ovvero legato al mondo della finanza), ma questo contratto è quasi definibile come sfruttamento. Se altri Paesi tollerano un tale trattamento dei propri dipendenti, non vedo perchè applicare certe regole che sono totalmente contro la democrazia e i diritti della persona sanciti nella Costituzione Italiana (ti cito solo i punti sulla malattia e il diritto di sciopero, quelli più eclatanti).
        So bene come funziona il mondo dell’economia, ormai globalizzata. Non esistono più barriere. Ma di questo passo si arriverà a lavorare come in queste fabbriche cinesi che portano all’esasperazione dell’essere umano. Tutti si uniformeranno a questa ideologia. Questo sarà il primo esempio.
        O almeno, io la penso così. Chiamami “naive”, ma io ho una visione diversa della persona, pur condividendo i limiti e i paletti imposti da un sistema capitalista.
        Sono d’accordo su certi sacrifici (come non ricordare gli operai di General Motors che nel momento di crisi hanno preferito ridursi il salario per mantenere il posto di lavoro, ma è anche vero che dopo essersi “ripresa” i loro salari sono addirittura aumentati), ma alcuni li ritengo troppo eccessivi.

        P.S. Questo paese è già l’ospizio del mondo. Tutti i giovani di talento scappano appena possibile. E fidati che nell’ambiente in cui opero ne vedo migliaia di giovani talentuosi. E di questi, il 99% non resterà in Italia una volta conclusi gli studi (se non prima, studiando direttamente all’estero). Un perchè c’è. E appena potrò me ne andrò anch’io, ormai questo paese è morto.

        P.P.S. Scusa i toni accesi ma da quello che avevi scritto nel primo post davi tutta l’impressione di essere uno di quelli che sono stati indottrinati dalla “politica del fumo” di un certo esponente politico degli ultimi 15 anni. E purtroppo quelle persone non sono più salvabili. Un po’ come era mio nonno, fascista fino al midollo finchè non è spirato. Raramente c’è scampo.

  7. Bravo Abar, in Italia si è perso il senso della realtà: tutti dovrebbero vedere come vive (o meglio dire muore?) il 90% del mondo per capire quanto siamo fortunati noi, invece di stare a pensare ai 10 minuti di pausa.
    Ne riparleremo quando le auto le produrrà la Foxconn e noi chiederemo l’elemosina per strada… forse allora la gente capirà che il mondo di benessere fasullo che ci ha mostrato la prima repubblica era virtuale, creato con il debito pubblico, e non tornerà mai più, il mondo vero è molto peggiore e lo scopriremo presto sulla nostra pelle se non lo si capirà in tempo…

    • un po’ eccessivo ma tristemente vero. La gente in Italia si illude di lavorare e un operaio senza qualifiche in Italia prentenderebbe di fare il porci comodi che vuole e magari guadagnare 2mila euro netti al mese… svegliamoci altrimenti un giorno ci troveremo a servire quelli che oggi critichiamo!

  8. Passerò per cinico, ma con quei numeri ritengo la percentuale dei suicidi dovuta più a problemi psicologici delle povere vittime che responsabilità della Foxconn o delle condizioni di lavoro in generale.

    Secondo gli ultimi dati Istat del 2007, l’Italia ha una media annuale di 5,7 suicidi ogni 100.000 abitanti.

    Solo quella “fabbrica”, ha un qualcosa come 330.000 dipendenti ovvero più della popolazione di Bari, la nona città italiana.

    Se tutti i baresi lavorassero per l’ipotetica “iPadevice spa”, credo che nessuno si sognerebbe di incolpare il datore di lavoro per tutti i 16 suicidi tra la popolazione durante un anno.

    Queste sono le proporzioni.

  9. Vadano in Cina quelli della FIOM a combattere per i VERI diritti dei lavoratori.

  10. Chiaramente alla foxxcon sono dei delinquenti pure, non li giustifico minimamente sia chiaro, ma il problema è della cin a in generale, non di una sola fabbrica.

  11. @MAC
    Il contratto di mirafiori l ho letto tutto per tua informazione, e personalmente non ho trovato nulla di così dannatamente “capitalista”.
    Piuttosto t invito a farti una cultura economica e a capire che in futuro, si parla di tempi piuttosto brevi, nel mondo rimarranno circa 4/5 produttori di auto, e se T”INFORMI scopri che la Fiat è si la 74 azienda più grande del mondo con i suoi 55miliardi di euro l anno ma è circa un terzo dei colossi mondiali del settore auto. Quindi trai le tue conclusioni..
    Se vogliamo che in Italia rimanga il lavoro come lo conosciamo dobbiamo capire sono necessari investimenti ed alleanze con aziende straniere, come nel caso di mirafiori.. E se nel mondo la gente lavora a certe condizioni (parlo di stati uniti, germani a e Francia non Cina) non vedo perché in Italia non si possa fare altrettanto per cercare di rendere la seconda azienda piu grande d Italia un organizzazione in grado di competere e difendere il nostro paese anche nei prossimi anni.
    T invito inoltre ad informarti su una certa teoria della convergenza dei prezzi per capire meglio.
    È grazie alla gente come te che non vede un cm piu del suo naso che il nostro paese rischia di diventare l ospizio del mondo.
    Tanto per correttezza storica, estremismi come il comunismo, fascsmo ed altra merda simile non hanno portato altro che danni.
    Quindi a mio parere estremismi come quelli della FIOM VANNO condannati. Ci vuol buon senso, studio e realismo.

  12. Credo ci siamo un pó incasinati, ci confondiamo in politipca o affari interni, cosa c’entra, siccome li si suicidano, mandiamo gli operai della Fiat a vedere come si stà cosí se ne stanno zitti. Io la vedo molto semplicemente, amo e stimo Apple, ho tutto quello che fà la brigata di Steve e company, ma anche il lontano pensiero che gli oggetti che possiedo siano sporchi di sangue, mi fanno capitolare, o Apple prende provvedimenti, spostando la produzione o altro, oppure non compro più nulla con il loro marchio, a malincuore scrivo queste righe, ma non è bello pensare che ci sia gente che per consegnarmi in fretta quello che per me è un capriccio si ammazzi… Andate pure avanti voi….

  13. Fuori dalle polemiche ideologiche, che non possono essere affrontate in questi luoghi superficiali, sia per la mancanza di un confronto, sia perché pensiamo che “sappiamo tutto noi” , dobbiamo essere concordi su un pensiero ineccepibile e cioe’ sulla diversità da cio’ che e’ giusto e cio’ che sembra necessario.
    Non possiamo ..visto che presumo nessuno di voi lavori come operaio alla miratori, dire cio’ che sia necessario..ma altresì possiamo dire ciò che sia giusto.
    E questo nel rispetto di un etica , di una concezione umana del lavoro che non puo’ essere ritenuta giusta solo perché c e chi lavora 20 ore al giorno e c e chi invece ne lavora 8.
    Se poi siamo vittime di questo sistema economico, per cui e’ necessario accettare di peggiorare le condizioni di lavoro per sopravvivere, ognuno tragga le sue scelte, senza dimenticare
    Di essere responsabili di cio’ che lasceremo ai nostri figli.

    E non occorre sbraitare come se ognuno di noi avesse la verita’ assoluta.

    Un grazie a Mac per le sue chiare esposizioni e pensieri e un grazie a Abar per le sue concitate conclusioni.
    Ma non dimentichiamo che chiunque lotta per un lavoro umanamente migliore va ascoltato e rispettato.
    Ognuno di noi poi e libero di andare a lavorare la FoxConn….specialmente quelli così entusiasti.

    Grazie

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice