In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Enhanced Press ci illustra la situazione ebook italiana



Alessandro Risuleo, caro amico di iPadevice e che rappresenta la Enhanced Press che tutti noi conociamom ha scritto in esclusiva per gli utenti di iPadevice un resoconto della situazione attuale sugli ebooks, dopo essere appena rientrati dalla fiera internazionale del libro, a Francoforte, Germania. Si tratta di un parere molto importante, scritto da una persona molto addentrata nel settore, quindi vi consiglio di leggere attentamente.

L’Enhanced Press nelle persone di Alessandro Risuleo e Fabiano Spedicato e’ appena tornata dal salone del libro di Francoforte e, secondo la struttura, il punto della situazione sull’editoria elettronica italiana è la seguente:
“Chi ci conosce sa già che ormai la nostra struttura da circa 2 anni e mezzo si occupa di editoria elettronica; in questo periodo abbiamo avuto la fortuna di poter parlare con i più importanti editori italiani. Abbiamo tenuto anche un corso all’AIE, associazione italiana editori, proprio per parlare di mobile publishing. In italia forse la situazione non è molto dissimile da quello che sta succedendo nel resto del mondo: molte idee, alcune anche valide ma anche molta confusione.

Prima di tutto esiste il settore e-pub “lo standard” che fatica a definirsi tale quando c’è il DRM (digital right management).

Poi esistono le applicazioni editoriali che vengono realizzate appositamente per i vari device. Pro  e contro di queste due alternative sono principalmente valutazioni soggettive. Noi come Enhanced Press riteniamo di avere idee chiare anche se talvolta esse non si sposano con le “politiche di marketing” di grandi gruppi industriali (notare bene che non parliamo di editori ma di gruppi industriali).

Noi riteniamo che  prima di tutto esiste un mercato che si chiama “elettronico” e che non è il classico mercato dei libri che vengono venduti in libreria, che continueranno ad esistere ancora per molto tempo. Questo mercato “elettronico” ha delle caratteristiche,  l’utente di questo mercato ha delle abitudini e una percezione del prodotto ben definita. Apple questo lo sa molto bene e ha una esperienza che viene prima dalla musica e poi dalle applicazioni. Apple riesce a capire bene quali sono i gusti dei consumatori e cerca sempre di migliorare il servizio.

Per questi motivi noi di Enhanced Press abbiamo deciso di specializzarsi nel settore delle applicazioni per iPhone e iPad e non dell’e-pub che rimarrà come ulteriore scelta dell’utente.
Troviamo infatti che le applicazioni diano più alternative specialmente nel settore multimediale e il solo limite è la fantasia.

Presto con la versione 2.0 della nostra applicazione troverete una serie di caratteristiche che rimarranno standard per tutti i prodotti da noi realizzati (sottolineatura evidenziatura post-it, note vocali, blocco appunti e una interfaccia utente rinnovata e studiata nei minimi particolari), in più, in base alle esigenze di ogni editore i libri potranno essere o semplici testi o anche arricchiti da multimedialità, ad esempio: contenuti video, contenuti audio, aperture verso il mondo internet, mini game, test di apprendimento etc.

Però, caratteristica fondamentale, il tutto verrà creato intorno a quello che è il cuore dell’applicazione cioè il “libro” senza particolari modifiche che spesso creano difficoltà all’utente per la consultazione e inoltre possono distrarre da quello che era il testo originario pensato dall’autore. Ogni elemento aggiuntivo è realizzato e aggiunto tenendo sempre presente sia le necessità narrative e sia la facilità d’uso per l’utente. Questa pratica sarà più importante per i libri che sono nati e pensati su carta e poi devono diventare applicazioni. In un futuro queste caratteristiche cambieranno quando i libri verranno pensati prima per essere libri elettronici e successivamente, in base alle esigenze, stampati anche su carta.

L’esperienza di Francoforte per noi è stata veramente affascinante. Abbiamo parlato con i più importanti editori italiani e con nostra sorpresa abbiamo trovato una apertura mentale e voglia di andare avanti che non ci aspettavamo. Quello che possiamo dire che tutti gli appassionati di editoria elettronica avranno molte alternative o comprare i classici ebook o prodotti simili a quelli che noi proponiamo. Noi come Enhanced Press abbia stretto accordi con i più grandi gruppi editoriali italiani (altri arriveranno a breve) e sono in procinto per uscire molti titoli nella sezione libri per iPad come applicazioni e vi terremo aggiornati di volta in volta sulle nostre realizzazioni.”

866 Visite


15 Commenti

  1. Interessante punto di vista. Vediamo quali saranno le novità. Sono sempre convinta che l’e-pub è una speculazione dei grandi marchi.

  2. Tutto molto curioso specialmente perché sembra che gli editori italiani hanno qualche coniglio nel cilindro… Ma questi di Enhanced Press quanti chilometri fanno 😀

  3. Non ho capito nulla!!! Sti cavolo di libri elettronici italiani…. quando si potrà avere una libreria degna di questo nome?

    • Le cose cominciano a muoversi. Bol, biblet propongono già dei buoni titoli peró non compatibili per iPad con iBooks. Ma ci sono anche alcuni libri in Italiano nella sezione Libri delle app.

  4. Muoversi a piccolissimi passi però mi da veramente noia….cavolo, ma loro che le cose le sanno un pochino prima o comunque hanno popò di addetti ai lavori, possibile che ancora siamo al punto di partenza? Quanto stiamo male qui in Italia…altro che politica!

  5. è tutto molto interessante ma di fatto i “libri”, parlo dei semplici libri, quelli che dove devi solo “leggere pagina dopo pagina” ad oggi non sono presenti sullo store che interessa a me (penso a noi) possessori di ipad. E non lo sono non per tutte le pive burocratiche elencate in vari articoli precedenti ma semplicemente perchè chi poteva metterceli, i grandi gruppi editoriali, hanno deciso di farci (secondo loro) l’affarone del secolo creando una miriade di proposte proprietarie che ci rendono solo più complicato accedere a un semplicissimo libro in formato epub sul nostro i pad leggibile con nostro ibook. Di fatto a natale la telecom presenterà anche il suo ipad (fatto non so da chi) per accedere facilmente e supportare i loro libri. ipad è stato tenuto fuori completamente e questo a mio parere (e interesse) è una boiata pazzesca.

    • Esattamente..in questo, gli editori italiani (patria delle truffe a piu non posso) hanno pensato bene di sfruttare la situazione e il mercato a loro “unico” vantaggio…ecco tutto.

      Dobbiamo solamente metterci in testa che qui non avremo mai ciò che, purtroppo per noi, hanno negli usa e in gran parte dei paesi europei…ma si sa…qua non funziona NULLA!

    • In realtà è la Apple che non ha aperto lo store in italia. Mondadori, Rcs, Newton Compton stanno spingendo e sembrerebbe che forse prima di natale qualcosa dovrebbe succedere. Ricordate che è sempre Apple a decidere e non è vero che gli editori non sono interessati… anzi…

  6. A me piace leggere e se è un e-book o una applicazione non me ne importa tanto. Ma ora la scelta è ancora nulla e non vedo tutte queste innovazioni. Apprezzo Enhanced Press perchè non essendo una grande struttura riesce a farsi sentire e a produrre qualcosa di originale e ben fatto, ma anche altre piccole realtà fanno il loro lavoro molto bene. Sei i “grandi” non si muovono in tempo va a finire che rimarranno fuori e saranno schiacciati dalle piccole ma creative realtà!

  7. @alex
    Cio’ che affermi non corrisponde alla realtà. Gli editori italiani, se solo volessero, potrebbero pubblicare sullo store apple italiano. Il problema è che non vogliono “delegare” ad altri (leggi alla Apple) e quindi cercano in tutti i modi di gestire personalmente la pubblicazione cercando (con poca lungimiranza e riproponendo gli stessi errori commessi a suo tempo dalle case discografiche) di “difendersi” dai lettori utilizzando i DRM…

    • @MacF
      Perdonami ma ti confermo che è la realtà. Prova a telefonare ad Apple e guarda cosa ti risponde. Per ora lo store Italiano per la vendita è chiuso e non rilasciano date certe per l’apertura. Ci sono solo piccoli segnali che le cose cambieranno tra breve.

  8. Secondo il mio giudizio in Italia il problema di iBook Store è lo stesso della vendita o affitto di video tramite iTunes. Qualcosa di burocratico/politico lo impedisce. Cosa?

  9. apprezzo molto l’articolo, fa capire a noi utilizzatori che siamo effettivamente carne da macello. Mi piacerebbe essere più considerata.

    • Comunque su questa operazione la rete è imbufalita, si leggono certi articoli e commenti in giro che dire contrariati è un eufemismo.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice