In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Arriva il nuovo Intel StudyBook, il tablet dell’apprendimento



Molte volte abbiamo parlato di applicazioni e progetti educativi nati sul tablet Apple. Questa volta invece la storia è un pò diversa: Intel, azienda leader nel mercato dei microprocessori, sostiene fermamente che il mercato dei tablet sia in mano all’iPad, ma è convinta che i tablet della Mela abbiano lasciato aperto uno spiraglio di speranza per la concorrenza. Intel crede ci sia ancora spazio per i dispositivi nati per l’insegnamento. Ecco quindi nascere lo StudyBook. Dove molte aziende si sono arrese, Intel cerca di sfondare: vuole colpire Apple, e lo vuole fare, dove a suo parere, l’azienda di Cupertino è più debole: sul fronte educativo.

Ecco quindi l’idea dell’azienda di Santa Clara di creare un tablet nato per l’insegnamento, ultra-resistente, dotato della caratteristiche necessarie per arricchire fantasia e cultura dei nostri studenti. Ecco l’obiettivo del nuovo tablet targato Intel, lo StudyBook. 

Lo StudyBook è un piccolo tablet (207 x 135 x 16.5mm per un peso complessivo di 525 gr) dotato di schermo multitouch capacitivo da 7 pollici con una definizione di 1024×600 pixel, RAM da 1 GB e varie taglie di memoria da 4, 8, 16 e 32 GB. Il tablet è inoltre dotato di una doppia fotocamera, connettività 3G, opzionale, in aggiunta al modello Wi-Fi standard e permette infine di far girare sia Android che Windows 7. 

Essendo un tablet pensato per i ragazzi, Intel ha dotato lo StudyBook di particolari misure di sicurezza, quali la resistenza contro polvere, acqua e urti. L’obiettivo è quello di renderlo il più resistente possibile, dal momento che il tablet finirà nelle mani, spesso poco attente, di bambini e bambine.

Se il PC è traslato verso il mondo del tablet, l’obiettivo di Intel è quello di portare il valore culturale e informativo dei libri cartacei, su dispositivi elettronici. Studi recenti hanno già dimostrato come gli strumenti informatici non siano in grado di offrire reali vantaggi dal punto di visto formativo rispetto agli strumenti tradizionali di aula.

Lo Studybook in aula, o un iPad che sia, non migliora l’apprendimento, ma potrebbe essere comunque utile per arricchire lo stimolo culturale, rendere più divertenti le ore passate sui libri, donando maggiori possibilità di approfondimento, oltre a risultare più economico ed ecologico dei classici libri cartacei. Insediare nelle scuole un sistema informatico di questo tipo, sopratutto in Italia, risulta essere molto difficile.

Sarebbe necessaria un’intera rete school-net all’interno della quale i tablet degli alunni siano in diretto rapporto con un HOC del professore, gestendo direttamente e migliorando l’intero sistema di apprendimento. 

Se ancora niente si sta realmente muovendo in questa direzione, almeno Intel ha presentato un ottimo esercizio di stile, un prototipo dell’educazione futura, non superando però i limiti annessi. Sicuramente l’azienda californiana è il gruppo che più di tutti ha provato a eliminare queste barriere, rendendo finalmente digitale la vita scolastica.  

Via | PadGadget

640 Visite


 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice