In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Anima e iPad: riflessioni da parte del professor Maurizio Ferraris, docente di Filosofia teoretica all’Università di Torino [Video]



In un articolo pubblicato da FedericadB sul sito web viVendolaPuglia, l’anima viene posta a confronto con il nostro amato iPad, prendendo spunto da degli stralci di interviste al professore Maurizio Ferraris, docente di Filosofia teoretica all’Università di Torino, intervenuto ieri in una conferenza a Lecce ed autore del libro “ANIMA ED iPAD“.

iPad e anima sono gemelli? Da questa domanda parte la riflessione che pone sullo stesso piano, o quasi, il soffio di vita eterno ed il moderno dispositivo tecnologico.

Platone diceva che l’anima assomiglia a un libro in cui uno scrivano scrive dei discorsi, e in cui un pittore dipinge immagini. Non è forse quello che avviene nella nostra mente quando pensiamo? E non è forse quello che avviene nell’iPad? Una delle più vecchie immagini dell’anima, che si ripresenta sistematicamente nella tradizione filosofica e nel senso comune, la descrive come un supporto scrittorio, come una tabula di cera, come una pagina bianca, utile per fissare la memoria. E la mente si rappresenta attraverso l’immagine di un supporto esterno per scrivere, il supporto esterno viene spesso trattato come se fosse una mente, per esempio quando si dice senza difficoltà che l’iPad ha 64 giga di memoria.

Il tablet esterno, l’iPad, può quindi considerarsi l’estensione della tabula interna, permettendo così di preservare la memoria e di mantenere un pò di anima.

A mettere in relazione l’anima con l’iPad è la stessa rappresentazione tradizionale dell’anima: già presso i Greci, era quella di una tabula, una tavoletta di cera in cui si imprimono discorsi, sensazioni, ragionamenti. E così, oggi, noi conserviamo tutti i contatti della nostra vita, tutti i pensieri, i progetti, ed anche cose oramai dimenticate, all’interno della tavoletta meglio conosciuta come iPad, come in una specie di inconscio.

E così la grande biblioteca di Alessandria adesso è sempre con noi, si estende ed allo stesso tempo diventa portatile, avendo a disposizione molti più testi, molte più registrazioni, e molta meno carta. Nel complesso, è una crescita della cultura.

Sempre secondo Ferrari, l’aspetto più significativo, dal punto di vista filosofico, sta nel fatto che l’iPad ha decretato la vittoria dell’antichissima forma di tecnologia, la scrittura, sulla voce.

E voi, cosa ne pensate di questa riflessione?

Eccovi anche il video:

Via | viVendolaPuglia

997 Visite


4 Commenti

  1. Se il paragone tra anima ed ipad è davvero basato solo su quello che la ragazza dice nel video, è davvero un libro che non rende davvero onore né alla filosofia né al concetto di anima.

    • Concordo con te. Sarebbe opportuno leggere il libro per capirci qualcosa di più, perchè Ferraris è tutt’altro che una persona superficiale. Forse quello del paragone è solo il punto di partenza per una riflessione più profonda.

  2. Ma anni fa non si scrivevano le stesse cose? Cambiano solo i termini: iPad invece di computer.
    Il saggio di Ferraris non l’ho letto ovio…

  3. IPad è un supporto alla nostra memoria come lo è il PC , forse il rapporto che ci lega all’IPad è più intimo. Ma legarlo al concetto di anima mi sembra una forzatura anche perché personalmente non credo all’esistenza dell’anima.

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice