In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

Alcuni studi dimostrano che molte App per iPad necessitano ancora di migliorare la propria UI



Il Nielsen Norman Group ha svolto, ancora nel 2010, uno studio sulle App di iPad. Ad un anno di distanza lo stesso gruppo ha effettuato un “sequel” dello studio per vedere come sia cambiata, ad oggi, la situazione.

Mentre moltissime App hanno fatto passi da gigante nel miglioramento della propria interfaccia grafica da quando iPad 1 ha debuttato, molte altre sono ancora ad un livello di scarsa qualità interfaccia utente, sacrificando la semplicità nell’eseguire le principali funzioni, per lasciare spazio a fronzoli e un design ricercato. Il problema maggiormente riscontrato da questo studio è il fatto che i controlli di navigazione sono spesso oscuri.

Nielsen Norman incoraggia innanzitutto i futuri developer a domandarsi se il proprio servizio necessiti realmente un’App per iPad e se richieda interazione. Nel caso in cui il proprio sito/servizio necessiti di interazione, allora sarà sicuramente più interessante proporre un’App, al posto di un sito vero e proprio.

Comunque, un’App il cui design non è minimamente curato, saboterà da sè la propria possibilità di diventare una grande App grazie al potenziale di interattività.

Ai partecipanti allo studio sono sempre stati assegnati compiti da svolgere su Safari (nella sua versione mobile), ma quando è stato chiesto loro di completare qualche compito su un’App per iPad a sè stante, essi hanno fallito nel completamento un terzo delle volte. I partecipanti non erano nuovi ad iPad, essendo stati scelti soggetti che possedevano il device da un minimo di 2 mesi. Dunque, tutto ciò, dimostra che molte App abbiano ancora la necessità di migliorare la propria User Interface per renderla ancora più comprensibile anche a persone che si relazionano con un iPad per la prima volta.

Ciò che il gruppo Nielsen Norman raccomanda di fare per il miglioramento dell'”usabilità” di siti web ottimizzati e App per iPad è riassunto qui sotto.

Nell’analisi delle performance di Mobile Safari su iPad, l’autore dello studio ha notato che

il contenuto è leggibile, ma i link e i widget sono troppo piccoli per essere pronti al touch

Stando alla ricerca, l’area minima per un tocco intuitivo e veloce non deve essere inferiore ad 1 centimetro quadrato: qualsiasi area di minori dimensioni mette l’utente in difficoltà nell’interazione con il link o con l’oggetto e può sempre essere causa di tap in parti indesiderate o altri contenuti. Questo problema può essere parzialmente risolto tramite lo zoom di alcune porzioni di schermo, ma lo studio, dopo tutto, raccomanda di dare agli utenti la piena possibilità di interagire con gli oggetti a zoom pari a 0.

Altre raccomandazioni per un sito web su iPad vanno dalla rimozione di contenuti in Flash (che iPad come sapete non può leggere), al rendere più grande, l’area di tap per evitare il frustrante senso di disagio dato dal “fat finger disease”, del quale gli user di iOS sono ben a conoscenza. Gli autori raccomandano inoltre che minimizzino la necessità di type per interagire con il sito stesso, poichè i partecipanti allo studio hanno riscontrato difficoltà nel typing sulla tastiera virtuale di iPad.

Nielsen Norman raccomanda che i servizi evitino di creare un’App per iPad giusto per dire di averne una, perchè lo studio ha riscontrato che le App tendono ad avere un design ancora più povero del sito, del quale forniscono gli stessi servizi. Le App per iPad tendono a contenere meno contenuto (scusate la cacofonia) del sito stesso e alcune App hanno una UI molto confusionaria che lavora in modo contrario a come l’utente si aspetterebbe di vederla lavorare.

Non lasciate che gli utenti lavorino di più nella vostra App per iPad che nel vostro sito

Questa un’altra sottolineatura degli autori, che citano numerosi esempi di App che non hanno soddisfatto, a causa del loro essere molto complicate, le aspettative dell’utente.

Se decidete di avere un’App per iPad, siate sicuri che l’App offra dei servizi extra, comparati a quelli del sito.

Altra verità, in quanto l’utente medio, nel caso in cui si trovi di fronte ad un’App che manca di funzioni presenti invece sul sito mobile, subitamente lascerà l’App per dirigersi sul web e accedere ad un dato servizio grazie al sito.

Un altro interessante punto spiega che le App per iPad non dovrebbero essere disegnate allo stesso modo delle corrispondenti versioni per iPhone.

Tralasciando il fatto che lo schermo di iPad sia molto più grande e offra più possibilità di quello di un iPhone a livello di interazione, lo studio ha inoltre scoperto che l’uso dello schermo è differente su iPad e iPhone. Gli utenti tendono a cercare un accesso veloce alle informazioni usando un iPhone, come cercare un indirizzo o una breve review di un prodotto mentre sono indaffarati in altro; in contrasto con ciò, i partecipati allo studio hanno affermato che tendono ad usare iPad più di frequente in un momento in cui l’accesso al contenuto non necessiti di essere così rapido e cercano una più dettagliata esperienza su iPad.

Uno dei segni cardinali del design delle App che gli autori dello studio hanno notato è che le App richiedono una registrazione dell’utente prima di permettere l’accesso al contenuto dell’App stessa. Lo studio ha scoperto che l’obbligo da parte dell’App di registrazione spinge l’utente a tornare alla versione mobile del sito; i partecipanti allo studio si sono rivelati veramente intolleranti verso qualsiasi App che necessitasse di una registrazione per l’accesso ad un contenuto in quanto ritenevano noioso il fatto di dover eseguire il log-in tramite la tastiera di iPad prima di poter iniziare ad interagire completamente con l’applicazione. Questo, molto spesso, ha causato l’arresto quasi immediato dell’applicativo.

Molte nuove App per iPad hanno molti passaggi di introduzione che possono intrattenere la prima volta, ma che dopo poco sfociano in qualcosa di negativo.

Male nei siti, male nelle App. Non fatelo.

Questa un’altra squillante raccomandazione. Come tutti saprete, ci sono delle App per iPad che una volta lanciate vi immergeranno in uno di quei filmati iniziali “inskippabili” e che sono caratterizzati dall’essere noiosi e lunghi, se visti più di una volta.

Ciò è peggio di quei siti che utilizzavano un messaggio in movimento di benvenuto in Flash (davvero poco simpatico come benvenuto, soprattutto se si è di fretta).

Una volta che comunque avete accesso al contenuto dell’App, creare una semplice UI è veramente cruciale.

Idealmente l’App dovrebbe essere funzionale e senza istruzioni, se bisogna utilizzare le istruzioni, esse dovrebbero essere semplici da comprendere e memorizzare.

Come per la UI in sè e per sè, Nielsen Norman raccomanda di creare le App in modo che sian o più “ovvie” possibili!

L’intero studio è disponibile gratuitamente e mostra ciò che un’App per iPad dovrebbe e non dovrebbe fare o come dovrebbe o non dovrebbe essere.

Via

 

487 Visite


 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice