In Evidenza
Il Contest del giorno su iPadevice
Contest
icon120_473087400
Vinci 15 copie di iParolix HD su iPadevice!
Partecipa al Contest lasciando un commento e vinci quest'applicazione
Ultime Notizie

4 mosse per ottimizzare il nuovo iPad e renderlo più utile per un uso professionale



Nel mondo degli affari il tablet di Cupertino ha sempre esercitato una particolare attrattiva verso tutti gli imprenditori che viaggiano di continuo per lavoro e  hanno necessità di muoversi “leggeri” e non per questo rinunciare a tutte le funzionalità di cui necessitano per svolgere a pieno il proprio lavoro.

iPad for Business

Per questi professionisti l’iPad è senza dubbio la migliore delle opzioni possibili in questo senso ma nonostante tutte le apps e le tecnologie che mette a disposizione degli utenti, la nostra tavoletta -nativamente- è ancora “un foglio bianco tutto da scrivere” per quanto riguarda un utilizzo che sia qualcosa di più professionale. Naturalmente, nell’oceano del’AppStore, non mancano applicazioni di ogni sorta che colmino la distanza tra l’iPad e nostro lavoro; oltre a queste esistono un paio di accorgimenti che potrebbero tornare utili.

1. La nuvola è tua amica

i servizi Cloud sono ottimi aiuti che chi necessita di disporre di dati velocemente e senza supporti fisici

L’intera industria tecnologica ha ronzato intorno all’idea della Cloud per anni. E a ragione! Che si tratti della blasonata iCloud di Apple oppure di servizi forniti da altre aziende quali ad esempio Dropbox, l’utilizzo della nuvola a cui affidare i propri dati per usufruirne liberamente senza l’ausilio di dispositivi di archiviazione fisica riscuote sicuramente un grande successo tra imprenditori e professionisti. Con il servizio offerto da Dropbox, al prezzo tutto sommato accessibile di una decina di Euro al mese, è possibile ampliare di ulteriori 50GB lo storage a nostra disposizione accedendo online al nostro profilo direttamente da e per l’iPad.

dropbox con un piccolo abbonamento mensile consente di gestire 50GB di spazio cloud dedicato

Questo servizio risulterà sicuramente utile a tutti quelli che sono costretti a interrompere lavori importanti per spostarsi di qua e di là e necessitano di un modo semplice, veloce e soprattutto sicuro per tenere sincronizzati i propri documenti e lavorarci in ogni momento. Pensare di rinunciare al tipico uso del computer in favore di una soluzione più “smart” non può assolutamente prescindere dalla disponibilità di un buon profilo cloud per la sincronizzazione dei dati in quanto perfino nella sua versione più capiente da 64GB, la memoria a nostra disposizione sull’iPad non sarà mai abbastanza!

2. Assicurati che la mancanza di connessione non sia un problema

è importante avère accesso alle nostre pagine web anche se siamo offline

Tra gli elementi che rendono sicuramente appetibile l’uso dell’iPad rispetto a altri dispositivi c’è il modo in cui accediamo alle informazioni in rete grazie al browser e al suo design. Il traffico dati in mobilità nel nostro Paese si basa sulla tecnologia 3G; come ben sappiamo però la qualità del servizio nel nostro Paese non è delle migliori e finisce che, per garantire una funzionalità del traffico di dati in mobilità al 100% dobbiamo necessariamente essere collegati alla rete wi-fi (e sappiamo perfettamente di non essere gli USA). Come fare allora ad avere accesso ai nostri dati e alle informazioni che cerchiamo quando non c’è copertura 3G (e 4G quando sarà disponibile in Italia) e non siamo in presenza di un Hotspot? In questi casi ci vengono d’aiuto applicazioni del calibro di Instapaper che ci consentono di salvare le nostre pagine preferite per renderle accessibili in ogni momento anche quando siamo offline.

instapaper crea veri e propri bookmarks che consentono di essere letti anche offline

Con Instapaper riuscirete non solo a inviare link via mail come qualsiasi browser e utilizzare la funzione “read later” come su Safari; la grande utilità di questa app sta nel fatto di poter essere utilizzata per salvare email e qualsiasi tipo di documento (pdf compresi) garantendone l’accessibilità anche in condizioni di scarsa o assenza di connettività.

3. Scegliere bene tra le opzioni delle suite simil-office

screenshot di Docs2Go suite che fornisce le applicazioni office su iPad in un'unica soluzione di acquisto

 

Come molti di voi avranno notato, sono due le cose da dire sulle applicazioni che costituiscono le office suites per iPad: la prima è che al momento non esiste la versione mobile della suite ufficiale di Microsoft Office; la seconda è che in cambio esiste un numero tutt’altro che esiguo di apps che si pongono come valide alternative, alcune con soluzioni modulari (come la suite di iWork acquistabile separatamente, a seconda delle applicazioni che ci interessano), altre con formule all-inclusive. I prezzi per l’acquisto di queste applicazioni -fondamentali per fa un uso professionale dell’iPad- variano molto; possiamo trovare prezzi altissimi per singoli moduli e costi ridotti per applicazioni poco utili. Per questo è importante saper scegliere bene tra le opzioni che ci si pongono di fronte e riuscire a metterle in rapporto con i nostri bisogni nel lavoro di tutti i giorni.

Ad esempio, per chi necessita di un programma di scrittura che lo assista nella composizione di documenti, email, articoli o magari di un blog, una buona scelta da adottare potrebbe essere CleanWriter, passando poi a livelli qualitativamente superiori fino alla completa (a mio avviso) Pages del pacchetto iWork. 

promo di Cleanwriter per iPad

Per quanto concerne tabelle e numeri, se non lavorate in maniera “ossessiva” con i fogli di calcolo, è consigliabile puntare l’attenzione su applicazioni onnicomprensive tipo GoodReader da anteporre al più completo Numbers di casa Apple.

4. A volte chi più spende meno spende

investire in apps dedicate può costituire on ottimo investimento

A volte le applicazioni di uso comune non riescono a soddisfare i nostri bisogni e allora è il momento di fare affidamento su apps dedicate. Ci sono aziende che rilasciano applicazioni specifiche per questa o quella professione e che, a costi a volte maggiori, ci mettono in condizione di avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno nell’esercizio della nostra professione.

Tra queste vale la pena ricordare ad esempio Invoice2Go che facilita tutte le procedure per l’inventario, il portafoglio clienti, i preventivi e la fatturazione; un altro comodo esempio è LibroFirma che consente di sincronizzare la scrivania della vostra segretaria con l’iPad, accettare o rifiutare pratiche e tenere in ordine un archivio sempre raggiungibile online. Queste e altre applicazioni non hanno costi “standard” ma a fronte di un buon investimento che renda più completo l’uso del nostro iPad … verrebbe la pena di investire!

snapshot invoice2go

Voi cosa pensate? Usate il vostro iPad a lavoro? Con quali applicazioni vi siete trovati meglio e quali secondo voi sono un vero e proprio “must have“? Diteci come la pensate.

 

Via| mashable

7,571 Visite


35 Commenti

  1. Ripeto il concetto: sono stato un mese negli Usa, girando tutta la East Cost, da New York a Miami, e vi assicuro che il wifi libero, eccezion fatta per Starbucks, NON ESISTE! C’è il wifi, ma A PAGAMENTO!! Proprio come in Italia.
    Quondi, sfatiamo per cortesia questo falso mito.
    Inoltre, le compagnie Usa sono molto ma molto più care di quelle italiane, a fronte di un bundle mensile (tra telefonate, sms ed internet) veramente esiguo. Quando ho detto ad amici e parenti in loco che con 19€ al mese avevo 300 min, 300 sms, chiamate illimitate ad un num a scelta e internet illimitato (mi riferisco, ovviamente, alla Wind) sono rimasti a bocca aperta! E, inoltre, tolte alcune grandi città, la qualità del segnale cellulare non è un granchè, specie in Florida.
    Quindi, prima di esaltare sempre e comunque gli Usa, sarebbe opportuno prima informarsi o viverle in loco certe cose.

    • Dipende dalle città, a San Francisco ci sono reti Wifi a sufficienza e gratuite.

    • Non so in quale New York sei stato tu, ma in quella dove sono stato io almeno 2 wifi-fi free (erano due aree verdi) ci sono di sicuro!
      Non sono stato a cercarne altre ma presumo che ce ne siano molteplici!

      • Appunto 2! Ripeto, le ho trovate TOTALMENTE free solo nei Starbucks e in un solo aeroporto, quello di Jacksonville. Mentre J.F.K, La Guardia e a Baltimore erano a pagamento!

    • io ho girato tutta la florida ed era pieno di hot spot wifi liberi, non ho mai pagato una connessione, ed i costi telefonici sono altamente + bassi dei nostri… probabilmente sei stato in qualche altro USA… addirittura c’erano degli hot spot wifi liberi anche in alcune isole delle kyes

      • Le tariffe più basse??? Sì, come no! Guarda che ho pure comprato 3 schede e dire che erano da latrocinio era dir poco! Stessa identica cosa mi hanno, ovviamente, confermato le persone che ci vivono!!

      • Le tariffe più basse?? Sì, come no! Guarda che ho pure comprato 3 schede e dire che erano da latrocinio era dir poco! Stessa identica cosa mi hanno, ovviamente, confermato le persone che ci vivono!!

    • Assolutamente falso, a new york, lower Manhattan gli hotspot sono davvero tantissimi e non è assolutamente vero che devi pagare come in Italia. A Miami non sono mai stato quindi non posso giudicare.

      • Assolutamente falso cosa? Io non so voi in che Usa siete stati e quando, ma in estate 2011 era così. Saluti

    • Ho sempre trovato tantissime reti wifi libere in giro per gli Usa. Tantissimi centri commerciali, negozi, bar e persino in cittá, parchi e piazze.

      Sinceramente non so in che USA tu sia stato.

      • Io non so voi in che Usa siete stati e quando, ma in estate 2011 era così. Saluti.

    • Concordo… 2010 new york e boston e 2011 ovest, Los Angeles, Las Vegas, San Frnacisco e parchi..pochi wifi liberi. Solo negli hotel nelle località di periferia. A Los Angeles Hilton wifi libero solo nella hall, al luxor di Las Vegas nessun segnale in camera e tutto a pagamento in città.”… Mandavo email e mi collegavo a facebook solo dagli apple store….

    • io quando leggo certe cose, mi chiedo sempre se è l’età o cosa…..

      wifi liberi ce ne sono, cioè ti colleghi senza wep, ma poi dei dati li devi mettere… che siano quelli dell’abbonamento t-mobile, at&t, ma li devi mettere; gli americani sono fissati con la sicurezza, e secondo voi lasciano hotspot “liberi”???? come minimo ti devi registrare…

      secondo punto, i costi: ovvio che se prendi la ricaricabile ti costa… gli abbonamenti sono convenienti, se paragonati a quelli made in italy; ed è ovvio che un americano li possa giudicare “cari”… loro pagano anche se ricevono… ma ciò nonostante sono più “convenienti” i contratti

      • Sul primo punto sono d’accordo, petchè è la situazione che ho trovato in Usa.
        Sul secondo meno: io ho preso anche un abbonamento con Verizon e T-mobile, entrambi carissimi e che ti davano un bundle mensile ridicolo!
        Ripeto, quando ho citato quanto pagavo in Italia e cosa mi offrivano con soli 19€ sono rimasti a bocca aperta!

      • E cmq non era solo una questione di inserimento dati (cosa normalissima anche in Italia), ma proprio di costi da pagare se volevi connetterti. E questo, ripeto, l’ho trovato su tutta la East Cost, con mia grande meraviglia.
        Infatti Giovanni quì sopra descrive lo stesso quadro che ho visto io.

  2. In realtà, questo articolo può andare bene per le piccolissime realtà di quelli che sono da soli, i libero professionisti.

    Per un’azienda, piccola o grande che sia sono necessari almeno 2 cose secondo me:

    1) VPN con la propria azienda
    2) FileBrowser per scorrere i file sul server

    E secondo me l’iPad funziona bene se usato in sola lettura, per la scrittura (si può fare eh) è tutto più complicato..

  3. Scusate qualcuno può consigliarmi un’app (possibilmente universale, anche a pagamento) che abbia queste funzioni:
    – agenda
    – appunti anche a mano libera
    – appunti su pagine web, pdf, ecc…
    Esiste qualcosa del genere?
    Qual è la migliore?
    Grazie mille!

    • in realtà una app così non esiste, ma esistono 3 app che mi sento di consigliarti (perchè le utilizzo quotidianamente per lavoro) e che potrebbero fare al caso tuo e che trovo ottime per quello che vorresti fare:
      Informant HD: agenda, attività, note
      Penultimate: appunti veloci a mano libera
      PDF expert: per prendere appunti su pdf, sottolineare a mano libera e non, ecc…
      Sono tutte a pagamento, ma fanno egregiamente il loro lavoro.

      • Gentilissimo grazie!
        Sai mica se Informant HD permette l’inserimento di note a mano libera?
        E’ in italiano?

      • Ho visto anche AGENDA HD che potrebbe fare al caso mio, l’hai per caso provata?
        Grazie ancora!

      • L’app di cui parli è EVERNOTE gratis su app store, si sincronizza automaticamente con pc, mac, iphone ed ipad.
        Ciao!

      • Evernote l’ho provato ma consente solo di scrivere note e aggiungere foto o registrazioni vocali. Non è un’agenda, non permette la scrittura a mano libera né di scrivere su PDF, foto, ecc. Quindi non mi serve. Grazie comunque del consiglio!

      • Informant HD non fa inserire note a mano libera, ma solo con tastiera. Per questo ti ho indicato penultimate, che per prendere note veloci è comodissimo e con la bamboo pen sembra di avere un foglio di carta.

      • Dimenticavo, Informant HD ora è tutto in italiano

    • Io uso Notes Plus che permettere di prendere appunti sia a mano libera che digitando su tastiera. Molto pratica in università.

    • Iannotate pdf! Molto caro e purtroppo solo in inglese! Ma per adesso sembra fatto bene! Ma preferisco aspettare tutto il resto della mia prima settimana universitaria by ipad per dirti di più!

      • Grazie a tutti per i consigli!
        Ora come ora sarei indeciso tra Informant HD e Agenda HD…sembrano validi entrambi!

  4. io utilizzo Primus per il computo e la gestione dei lavori…non è completo al 100% (necessita della versione desktop), però consente di fare ottime cose in mobilità…inoltre con iCloud e l’integrazione con iWork ormai ho risolto ogni problema!!!

  5. Per chi vuole iscriversi a DROPBOX ed avere subito 250 Mb gratuito in più oltre i 2 Gb di base, può utilizzare il seguente Link Invito.
    Lo spazio extra si ottiene SOLO registrandosi attraverso un link invito e scaricando e installando un app ufficiale (su Mac, PC, iphone, ipad, android…)

  6. Ragazzi se compro un iPad preso negli usa di un amico, ci sono problemi ad esempio riguardanti l’app store? E la garanzia? Grazie a chi mi risponde

    • Assolutamente no.
      Solo che della versione 4G, se la prendi, non ne potrai MAI sfruttare la connessione omonima, in quanto il chip al suo interno non legge le frequenze delle future reti Lte europee, ma solo quelle attuali Usa e canadesi.

  7. Ottimo articolo per tentare di dare un valore aggiunto lato business sulle padelle (apple o android che siano).
    Purtroppo nel mondo business lo standard e': MSOffice 2010, Acrobat Writer, IExplorer. Al di fuori di questi standard c’e’ sempre qualche cosa che non va, negli altri software fac-simile. Per cui lasciamo le padelle al mercato per cui sono nate (giochini e intrattenimento per bimbi, approccio per idioti informatici, politici lettori di giornali ecc ecc).

    • Seppure condividendo il tuo ragionamento sulla compatibilità, ritengo che anche in questo caso bisogna tenersi questi problemi aspettando che il mondo si adatti! Se non si fosse fatto così da sempre oggi ci ritroveremmo a scrivere sulle tavolette di argilla!

  8. Io nella mia piccola azienda,settore tappezzeria arredo interno, iPad ha preso il posto delle agende, i blocco note i listini cartacei ecc.
    Praticamente prendo gli appuntamenti e gestisco le giornate lavorative con “Wunderlist” di modo che tutti possono vedere anche da pc il da farsi.
    I listini la gestione dei preventivi, i clienti,tutto quello che ho da tenere in ordine li catalogo su “Goodreade”r.
    I preventivi li faccio con “Pages”,una volta creati i modelli con foto e descrizioni dei prodotti ( i testi spesso con copia incolla dai listini o deplian in pdf),è facilissimo modificarli , anche a domicilio , poi li invio per posta.
    calcoli uso Numbers semplice e divertente.
    Per i rilievi delle misure ” Measures” è famtastico ,lo uso tantissimo anche su iphone,posso scattare la foto di ambienti e segnare le misure direttamente sull’immagine, per me utilissimo e veramente rivoluzionario.
    Perciò non condivido molto il giudizio di “Roby” io con la padella ci lavoro già da un’anno e tutto funziona a meraviglia , sarebbe impensabile dover fare queste cose con un posrtatile o qualsiasi altro attrezzo, anche se non ho gli standard business!

  9. Complimenti per l’ottimo articolo. Io uso per il mio lavoro di agente commerciale:

    – aNote (meraviglioso, agenda + schemi a mano libera e non….allegati foto, luoghi ecc…)

    – Adobe reader (non uso suite office xkè normalmente non modifico files ma solo in view mode.)

    – Autocad WS (per allegati in DWG funziona egregiamente!)

    – HICALC Calculator x calcolatrice + conversioni ecc.

    – eWallet x numeri carte di credito, web e password in generale.

    Ciaoo

 

   Commenti




Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPad!
quickapp_hover
icon120_583715630
Il Cruciverba Gigante
quickapp_hover
Fighter Wings HD
Fighter Wings HD
quickapp_hover
icon120_647122531
Plastic
quickapp_hover
ipash
ipash
quickapp_hover
Tesina
iTesina HD
quickapp_hover
icon120_592430341
Favole per Bambini

I Partner Esclusivi di iPadevice